Ferriera: Rosolen, pronti ad intervenire sulla conversione

421

Trieste, 11 mar – Se necessario, la Regione interverrà con fondi propri ed una legge ad hoc o verificando la possibilità di sottoscrivere con il Governo un Accordo di programma quadro per realizzare la conversione della Ferriera di Servola, lo stabilimento siderurgico triestino di proprietà del gruppo russo Severstal. Lo ha annunciato oggi l'assessore al Lavoro del Friuli Venezia Giulia, Alessia Rosolen, intervenendo nel capoluogo giuliano all'assemblea pubblica sulla Ferriera, voluta dalle rappresentanze sindacali interne per confrontarsi con le
istituzioni locali in vista dell'annunciata chiusura.
Allo scopo di riaprire subito il dialogo con tutte le parti in causa, Rosolen ha anche invitato azienda, sindacati ed
istituzioni al Tavolo per la conversione della Ferriera convocato per il prossimo 23 marzo a Trieste (ore 11.00, sede Giunta regionale in piazza Unità d'Italia 1).
"Trieste non può vivere continuamente di emergenze, da quelle ambientali a quelle occupazionali", ha commentato l'assessore, citando lo studio complessivo realizzato dall'Agenzia regionale del Lavoro sulla Ferriera, dove sono state vagliate attentamente le forze interne e quelle collegate, predisponendo un'analisi socio-economica per garantire la massima tutela ai lavoratori.
Lo studio, ha precisato il direttore dell'Agenzia, Domenico Tranquilli, ha preso in considerazione la dismissione di circa ottanta ferriere in Europa negli ultimi trent'anni, identificando gli strumenti utilizzati, le professionalità coinvolte e le ricadute sul territorio.
Ricordando che la Regione era presente anche lo scorso 17 febbraio alla riunione svoltasi a Roma, al ministero
dell'Ambiente, Rosolen ha affermato che "le prospettive future del dopo Ferriera non sono certo gli ammortizzatori sociali, tuttavia è logico immaginare e prevedere con il necessario anticipo diversi tipi di interventi da attivare il giorno in cui, in maniera netta e non progressiva, lo stabilimento siderurgico chiuderà i battenti".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here