Turismo: Ciriani ad assemblea agenzie di viaggio fiavet FVG

350

Ronchi dei Legionari – Sarà istituito un tavolo tecnico tra Regione e operatori del settore per combattere il fenomeno dell\’abusivismo nel campo delle agenzie di viaggio. Lo ha annunciato il vicepresidente e assessore regionale alle Attività produttive Luca Ciriani che, oggi all\’aeroporto di Ronchi dei Legionari, ha partecipato all\’assemblea annuale della FIAVET del Friuli Venezia Giulia, l\’associazione della Confcommercio a cui fa capo circa il 50 per cento delle 120 agenzie che operano in regione e che danno lavoro a oltre 500 addetti. Come ha ricordato il presidente regionale della FIAVET, Roberto Cividin, quella delle agenzie di viaggio è un vera attività produttiva che genera ricchezza e che in Friuli Venezia Giulia non porta solo i nostri turisti all'estero ma che ha iniziato anche a entrare nel segmento dell' "incoming", della promozione dei soggiorni in Friuli Venezia Giulia.
Uno dei problemi principali segnalati da Cividin è appunto l'abusivismo, che arriva fino al 30 per cento dei ricavi del settore e sfugge in gran parte al fisco, provocando una concorrenza sleale nei confronti delle vere agenzie di viaggio.
Secondo Ciriani ci sono due questioni principali che dovranno essere affrontate nel tavolo tecnico, che inizierà a lavorare già all'inizio di giugno: da un lato, riscrivere meglio le norme regionali che regolamentano l'attività delle "associazioni senza fini di lucro", per evitare che dietro questa definizione si nasconda l'abusivismo; dall'altro, individuare chi deve eseguire i controlli per reprimere il fenomeno.
Nel suo intervento all'assemblea della FIAVET, l'assessore Ciriani ha sottolineato la valenza strategica del turismo per l'economia del Friuli Venezia Giulia tenendo conto che lo scorso anno, pur in un periodo di recessione, questo comparto ha mostrato in regione un incremento sia negli arrivi che nelle presenze, in controtendenza rispetto al dato nazionale.
Questo risultato è stato ottenuto, ha rilevato l'assessore, grazie anche all'attività di promozione sostenuta dall'
Amministrazione regionale, puntando sulla razionalizzazione delle risorse e concentrando gli sforzi sui principali mercati di riferimento e sulla dimensione internazionale dell'offerta turistica. Una dimostrazione che "si può fare meglio spendendo meno".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here