La Regione Marche a Bruxelles per gli Open Days: “Verso la macroregione”

530

BRUXELLES – La Regione Marche partecipa all’ottava edizione degli “Open Days”, il principale evento europeo rivolto alle città e regioni dell’’Unione, promosso dal Comitato delle regioni. La manifestazione richiama a Bruxelles centinaia di amministratori, politici ed esperti per un confronto, ad ampia scala, sui temi più attuali. L’edizione 2010 è dedicata a “Europa 2010, competitività, cooperazione e coesione per tutte le regioni”. Dal 4 al 7 ottobre, cento seminari, oltre a mostre e incontri vari, metteranno a confronto università, enti e privati che si occupano si viluppo locale. La delegazione delle Marche, alla quale oggi si aggiungerà il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, ha partecipato all’inaugurazione dell’evento, nella sede del Parlamento europeo. I lavori sono stati aperti dalla presidente del Comitato delle Regioni, Mercedes Bresso, e da Danuta Hubner, europarlamentare e Commissario alle politiche regionali fino al 2009. La Hubner, in particolare, ha sottolineato il forte impegno, a livello locale e regionale, sul futuro dell’Europa, “prova di entusiasmo e di ripartenza”. La delegazione marchigiana, in particolare, porterà il proprio contributo nel corso di una serie di incontri fra Regioni e città europee sulle strategie dello sviluppo e sulla crescita sociale ed economica delle comunità. Con la formula della tavola rotonda, sono stati organizzati diversi workshop tecnici per programmare iniziative comuni. Le Marche, attraverso l’intervento del funzionario Marco Bellardi, hanno contribuito all’analisi delle strategie promosse per favorire la realizzazione di una macroregione. “La strategia macroregionale può diventare un importante strumento per dare concretezza all’obiettivo della coesione territoriale, fortemente sostenuta dal Trattato di Lisbona – ha detto Bellardi – e agevolare le procedure per l’ingresso nell’Ue di Stati esterni. Il valore aggiunto che deriva dall’attuazione di una macroregione consiste nell’approccio integrato e coordinato, cioè in azioni comuni che coinvolgono diversi attori, diverse politiche e diversi programmi di finanziamento. Nel contempo è fondamentale che queste strategie macroregionali siano elemento portante delle politiche delle Regioni, in modo che ci si prepari per tempo a quanto il Consiglio europeo disporrà entro quest’anno, ossia di avviare tali strategie macroregionali nel 2014 e definirle concretamente entro il 2012”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here