FVG: Brandi “La storia del Lloyd si lega alla storia di Trieste”

519

\”La storia del Lloyd è strettamente intrecciata alla storia di Trieste, alla sua crescita economica, civile e culturale, ed in città i segni della presenza della compagnia di navigazione sono tanti ed indelebili, a partire dal palazzo di piazza Unità d\’Italia, che dal 1991 è sede della Presidenza della Giunta regionale\”. L\’assessore regionale al Lavoro, Formazione, Commercio e Pari opportunità Angela Brandi ha sottolineato così, nel suo intervento in apertura del convegno \”170 anni di navigazione del Lloyd – dal Lloyd Austriaco all\’Italia Marittima\”, il profondo legame che unisce il Lloyd al capoluogo giuliano sin dalla prima metà del 1800. Un rapporto che, secondo il presidente onorario del Comitato promotore per le celebrazioni dei 170 anni della compagnia, Enzio Volli, ha addirittura determinato le sorti di Trieste nel suo periodo di maggiore crescita e sviluppo. Angela Brandi ha portato il saluto del presidente Tondo, a Roma per motivi istituzionali, e ha sottolineato il rispetto del Governo del Friuli Venezia Giulia per il palazzo che fu, per oltre un secolo e mezzo, la sede del Lloyd, notando come nella ristrutturazione, conclusa nel 2007, sia stata data la più grande attenzione al mantenimento delle caratteristiche architettoniche ed estetiche della struttura, che domani aprirà i battenti \”alla grande Famiglia lloydiana\”. \”Per un giorno sarà nuovamente il palazzo del Lloyd Triestino ed i lloydiani torneranno, non senza emozione credo, nelle stanze a cui hanno legato una vita di lavoro ed impegno professionale\” ha detto l\’assessore. Brandi, che per il suo intervento è stata ringraziata dal presidente del comitato promotore, Giovanni Bertali, ha notato che \”non c\’è pagina della storia di Trieste che non sia associata al Lloyd, dalla crescita della città ottocentesca al passaggio all\’Italia, all\’epoca delle navi bianche su cui hanno lavorato migliaia di triestini, alle tristi immagini degli emigranti, triestini ed esuli, che si imbarcavano per i vari Paesi del mondo\”. \”Oggi, come ha detto giustamente Bertali, non è però solo il giorno dei ricordi – ha continuato l\’assessore – ma un\’occasione per guardare avanti. L\’ingresso di Evergreen ha aperto nuove prospettive, consentendo ad Italia Marittima, erede del Lloyd, di crescere e superare il difficile momento di crisi\”. Sempre connesse ai traffici marittimi, \”altre occasioni importanti per Trieste e per tutto il Friuli Venezia Giulia sono i progetti delle autostrade del mare e del potenziamento dei porti di Trieste e Monfalcone\”, ha ricordato l\’assessore, rilevando che, anche in questo contesto di sviluppo, \”Italia Marittima è e resta un punto di forza per Trieste e la Regione\”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here