Quadrilatero Marche-Umbria: aperto alla presenza del Ministro Lupi nuovo tratto di 9 km tra Colfiorito e Serravalle di Chienti

549

L’intero tratto Foligno-Pontelatrave di oltre 35 chilometri sarà completato entro metà del 2015. Nell’ambito dei lavori Quadrilatero Marche-Umbria, relativi al potenziamento della strada statale 77 Foligno-Civitanova Marche, è stato oggi aperto al traffico il primo tratto funzionale tra Umbria e Marche, pari a circa 9 chilometri, da Colfiorito a Serravalle di Chienti. Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti, tra gli altri, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, il Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci ed il Presidente della Quadrilatero Marche-Umbria Guido Perosino.

“L’Anas – ha dichiarato il Presidente Pietro Ciucci –, azionista di maggioranza di Quadrilatero, ha affidato alla società il potenziamento della direttrice Foligno-Civitanova Marche, da sempre convinta del carattere strategico di queste opere. L’obiettivo è quello di migliorare la mobilità tra le due regioni, che dispongono entrambe di un vivace tessuto imprenditoriale, ma anche offrire un ulteriore collegamento trasversale tra l’Adriatico e il Tirreno. Un progetto di tale respiro si basa sul contributo finanziario del Governo, che di recente ha stanziato ulteriori fondi con il Decreto del Fare e il Decreto Sblocca Italia, e sul contributo delle istituzioni e delle rappresentanze degli interessi territoriali, grazie ai quali si è potuto velocizzare l’iter procedurale e burocratico dell’opera”.

“E’ davvero un strada fatta insieme – ha commentato nell’occasione il Presidente della Quadrilatero Marche-Umbria, Guido Perosino –. Progettata con lo scopo di unire territori importanti del Centro dell’Italia, affinché le persone, i mezzi, le merci e con loro anche le idee possano circolare meglio per creare opportunità. Non solo si uniscono dei poli di civiltà industriale, agricola e commerciale, ma si abbatte l’isolamento di aree del Paese che oggi non possono più restare sole. Un progetto che anche ha saputo unire moderne tecnologie e rispetto dell’ambiente e del paesaggio. Nei prossimi mesi ci attendono altre sfide: completare le opere per la nuova Statale 77 e normalizzare la situazione dei lavori sulla direttrice Perugia-Ancona per portarli a completamento nel più breve tempo possibile”.

“Con l’inaugurazione di oggi del tratto a quattro corsie tra Colfiorito e Serravalle della nuova Val di Chienti – ha dichiarato il Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini – per la rete viaria fra Umbria e Marche si apre un anno particolarmente significativo a compimento del forte impegno e della stretta collaborazione fra Regione, Ministero delle Infrastrutture, società Quadrilatero. Si segna un nuovo futuro di crescita socioeconomica per i territori umbri e marchigiani: il completamento dei lavori sull’intero tratto Foligno-Pontelatrave-Collesentino e del tratto Pontecesimo-Foligno per l’allaccio tra la statale Flaminia e l’asse principale della Ss 77 Val di Chienti, quest’ultimo finanziato con risorse regionali, la realizzazione dello svincolo di Scopoli che è stata reinserita nel progetto ed è attesa per il prossimo anno, ci consentiranno di disporre di un’infrastruttura indispensabile per il miglioramento della mobilità e la velocizzazione dei collegamenti. Auspichiamo che sia quanto prima reso funzionale anche il tratto umbro della direttrice Perugia-Ancona, di cui sono state realizzate le opere più complesse”.

“Siamo alla conclusione di un’opera strategica – ha affermato il Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca – per la comunità maceratese e per tutte le Marche. Questa infrastruttura è parte integrante di un rinnovato sistema di viabilità che, grazie a importanti investimenti, si sta realizzando nella nostra regione con la condivisione dei territori e delle comunità locali. Un sistema pensato subito dopo il terremoto del ‘97/’98, per la rinascita economica e sociale dell’entroterra appenninico, tanto che il suo nome originario era ‘Quadrilatero del terremoto’. Ora collegherà in modo integrato le aree interne con la costa adriatica e quest’ultima con il versante tirrenico. Un ringraziamento va a tutti coloro che si sono adoperati per il successo di questa iniziativa, alle imprese, ai tecnici, alle maestranze. Un pensiero particolare va a coloro che hanno perso la vita durante la realizzazione di quest’opera”.

La nuova opera aperta oggi al traffico e presa in carico dall’Anas, fa parte del maxilotto 1 dei lavori ed è una moderna strada a quattro corsie, con 3 gallerie artificiali (‘Taverne 1’ di 300 metri, ‘Taverne 2’ di 125 metri e ‘San Vincenzo’ di 180 metri).; 2 gallerie naturali: (‘Varano’ di 3500 metri e ‘Serravalle’ di 1350 metri) e due svincoli (Colfiorito e Serravalle di Chienti).

Il valore economico del tratto inaugurato è pari a circa 218 milioni di euro. L’investimento per l’intero tratto Foligno-Pontelatrave di oltre 35 chilometri è pari a 1 miliardo e 140 milioni di euro. Allo stato attuale le lavorazioni hanno raggiunto l’avanzamento di oltre il 94% delle prestazioni contrattuali e tutti i lavori saranno completati nella prima metà del 2015.

SCHEDA TECNICA

Direttrice Foligno – Civitanova Marche S.S. 77 “della Val di Chienti”

TRATTO FUNZIONALE COLFIORITO – SERRAVALLE

 Importo dei lavori del tratto funzionale: 218 milioni di euro
 Estensione: dal km 17,500 al km 26,500 – Totale: 9,1 km
 Gallerie:
– Galleria naturale “Varano”: m 3.464
– Galleria naturale “Serravalle”: m 1.341
– Galleria artificiale “Taverne 1”: m 305
– Galleria artificiale “Taverne 2”: m 113
– Galleria artificiale “San Vincenzo”: m 180
 Viadotti che sovrappassano l’asse principale:
– “Rio Cesi” (svincolo Colfiorito): m 170 (carreggiata unica, 5 campate)
– “Bavareto” (svincolo Serravalle): m 58 (carreggiata unica, 2 campate)
– “Serravalle” (svincolo Serravalle): m 58 (carreggiata unica, 2 campate)
 Impianti (come da D.Lgs. 264/2006 – Attuazione Direttiva 2004/54/CE – Requisiti di sicurezza gallerie della rete Trans-European Network)
– Illuminazione negli svincoli
– Illuminazione nelle gallerie naturali e artificiali (circuiti normale, rinforzo ed emergenza)
– Ventilazione nelle gallerie naturali maggiori di 1000 m
– Copertura radio frequenza
– Telecontrollo con TV a circuito chiuso e pannelli a messaggio variabile in galleria
– Antincendio (opacimetro/cavo termo-sensibile/ idranti/motopompe agli imbocchi/estintori)
– Colonnine SOS
 By – pass nelle gallerie:
– Carrabili ogni 900 m
– Pedonali ogni 300 m, provvisti di luogo statico sicuro (filtro pressurizzato)

DATI GENERALI

Contraente Generale: VAL DI CHIENTI S.c.p.A. – Società di progetto costituita da Strabag AG (Mandataria); Cooperativa Muratori & Cementisti CMC; Grandi Lavori Fincosit; Consorzio Stabile Centritalia SCpA

La nuova Strada Statale 77 “della Val di Chienti”, da Foligno a Pontelatrave, presenta le seguenti caratteristiche principali:
– Strada extraurbana principale Cat. B a 4 corsie (2+2 corsie di marcia, con banchina pavimentata e spartitraffico centrale)
– Velocità massima tratto funzionale Colfiorito – Serravalle: 90 km/h
– Velocità massima intero tratto Foligno – Pontelatrave (apertura definitiva): 110 km/h

 Opere realizzate in linea con la più recente normativa tecnica antisismica

 Tratti in galleria provvisti di pavimentazione in calcestruzzo (gallerie > 1000 m)
– Maggiore durabilità – minori costi complessivi di manutenzione
– Risparmio energetico (minori costi di illuminazione)
– Resistenza al fuoco (maggiore sicurezza per la circolazione)
– Sostenibilità ambientale: riduzione consumi/emissioni, riciclo a fine vita

 Tratti all’aperto realizzati con dune in terra (laterali e spartitraffico):
– Migliore inserimento ambientale e paesaggistico
– Abbattimento emissioni acustiche

 Dati economici intero tratto Foligno – Pontelatrave:
– Investimento complessivo: 1,1 miliardi di euro

 Tempi
– Consegna lavori: novembre 2009
– Fine lavori: metà 2015

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here