Boom di noleggi auto negli aeroporti

890

In calo prezzi e margini, in testa Malpensa, Fiumicino e Catania

Nei primi 9 mesi del 2018 il settore del noleggio veicoli a breve termine ha registrato una solida crescita presso gli aeroporti, confermandosi strumento sempre più strategico a supporto della mobilità turistica e aziendale del nostro Paese: oltre 10.600 sono stati i noleggi registrati in queste location (+6% vs lo stesso periodo del 2017). Lo sviluppo delle attività di locazione nei 10 scali in cui si sono registrati tassi di noleggio più elevati è andato ben oltre l’aumento del flusso di passeggeri (+11% vs +5%), trainato in particolare dall’offerta di mobilità low-cost. Positivi gli investimenti presso gli aeroporti di Roma Fiumicino, Napoli e Bologna che hanno reso più fruibili i servizi di noleggio.

 Sono questi i principali dati che emergono dall’analisi sullo stato di salute delle attività di rent-a-car nel 2018 presso i principali aeroporti nazionali realizzata da ANIASA, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità,

Il noleggio veicoli a breve termine presso gli aeroporti. Gennaio-Settembre: 2018 vs 2017

Gennaio – Settembre

2018

Gennaio – Settembre

2017

Var. %
Fatturato 665.547.158 658.797.497 1%
Numero di noleggi 2.871.816 2.708.924 6%
Giorni di noleggio 18.393.375 17.487.691 5,2%
Durata noleggio (giorni) 6,4 6,5 -1%
Prezzo per giorno (€) 36,2 37,7 -4%
Prezzo per noleggio (€) 231,8 243,2 -4,7%

 

Complessivamente i dati relativi ai primi 9 mesi del 2018 hanno confermato l’andamento positivo delle attività di noleggio a breve termine presso gli aeroporti, con un fatturato di oltre 665 milioni di euro (in leggera crescita rispetto allo stesso periodo del 2017) e un significativo aumento dei giorni di noleggio che hanno superato la soglia record dei 18 milioni (+5%); in lieve contrazione la durata media dei noleggi (6,4 giorni).

A stimolare lo sviluppo della domanda è stata anche l’offerta di noleggio low-cost, con i clienti che hanno beneficiato di un nuovo, deciso calo dei prezzi di noleggio (-4% rispetto all’anno precedente).

Più in generale, lo scorso anno il settore del rent-a-car ha registrato, da una parte, una flotta veicoli in continua espansione e, dall’altra, la contestuale riduzione del suo utilizzo e la spinta verso il basso delle tariffe giornaliere di noleggio (anche sotto quota 36 euro), che si traduce in minore efficienza e ulteriore compressione dei margini, ha commentato Massimiliano Archiapatti, Presidente di ANIASA, che ha concluso: “L’offerta di servizi di noleggio presso gli aeroporti italiani ha vissuto negli ultimi anni una crescita continua e oggi ha raggiunto quasi il 70% del giro d’affari complessivo del settore”.

Analizzando nel dettaglio i risultati del noleggio a breve termine presso i dieci aeroporti nazionali in cui si effettuano più noleggi e mettendoli in relazione con i dati più generali sul traffico di passeggeri presso gli stessi scali, emerge con chiarezza che la crescita dell’autonoleggio nei primi 9 mesi dello scorso anno (+11%) è stata solo in parte effetto del complessivo aumento dei passeggeri (+5%) di cui ha beneficiato l’industria turistica nel 2018.

Presso i desk situati negli aeroporti italiani ogni giorno oltre 10.600 passeggeri (più di 440 l’ora) si sono rivolti ai desk degli operatori di renting. In quasi tutti i principali hub del nostro Paese, ad eccezione di Milano Linate, le attività di noleggio hanno mostrato indici di crescita a doppia cifra e ben superiori al traffico passeggeri, a testimonianza della crescente capacità di intercettare e soddisfare le esigenze di mobilità turistica e lavorativa.

Milano Malpensa (anche grazie al boom del traffico internazionale), Roma Fiumicino e Catania guidano la graduatoria dei siti aeroportuali in cui si sono registrati più noleggi, rispettivamente con 292.089, 273.018 e 236.083 veicoli noleggiati.

Spostando l’attenzione sul raffronto tra la crescita dei noleggi e quella dei passeggeri, va sottolineato il boom delle attività di rent-a-car presso gli scali di Olbia (+40%), Palermo (+22%), Venezia (+15%), Bari (+14%) e Pisa (+11%), dove lo sviluppo dei rentals è stato decisamente superiore alla crescita dei passeggeri.

Un contributo al miglioramento dell’offerta del settore è arrivato anche dalle società aeroportuali, decisamente più sensibili che in passato ai numeri crescenti dei passeggeri che affidano al noleggio le proprie esigenze di mobilità. Su tutti, i positivi gli investimenti sulle location operati a Roma Fiumicino, Napoli e Bologna.

Raffronto tra i noleggi e i passeggeri registrati presso 10 aeroporti nazionali
Gennaio-Settembre 2018 vs Gennaio-Settembre 2017

Noleggi Gennaio-Settembre 2018 Noleggi Gennaio-Settembre

2017

Var. % Passeggeri

Gennaio-Settembre 2018

Passeggeri

Gennaio-Settembre 2017

Var. %
Milano Malpensa 292.089 259.625 13% 18.708.022 16.880.768 11%
Roma Fiumicino 273.018 244.162 12% 32.958.430 31.582.596 4%
Catania 236.083 212.588 11% 7.648.362 7.065.331 8%
Olbia 182.145 129.644 40% 2.645.038 2.471.455 7%
Napoli 172.389 155.291 11% 7.637.746 6.525.405 17%
Bari 143.112 125.189 14% 3.793.988 3.563.654 6%
Palermo 140.098 114.395 22% 5.103.982 4.393.714 16%
Venezia 138.760 120.608 15% 8.711.952 7.995.019 9%
Pisa 131.326 118.300 11% 4.325.013 4.177.466 4%
Milano Linate 126.535 126.515 0% 6.982.449 7.276.845 -4%
TOTALE 2.871.816 2.708.924 11% 142.228.101 134.973.288 5%

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here