Al via la settima edizione del Festival del giornalismo culturale

124

Ieri alle ore 12.00 nella Sala Raffaello della Regione Marche è stata presentata
la settima edizione del Festival del giornalismo culturale. È iniziata la settimana
che darà il via al Festival: sabato 14 si parte da Abbadia di Fiastra e domenica
15 si prosegue ad Ascoli Piceno.
Questa nuova edizione, per la prima volta nella storia del Festival, avrà un
titolo. I direttori Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini hanno scelto come tema Il
Viaggio. Attraversare il mondo con la cultura. Per la prima volta uscirà dalla
provincia di Pesaro-Urbino, viaggiando anche nei luoghi colpiti dal sisma del
2016. Proprio dalle zone più fragili della Regione Marche il Festival ha deciso di
partire, nella consapevolezza del fatto che per parlare del futuro culturale e
turistico di queste aree occorre garantire innanzitutto un presente e una
presenza, tenere accesi i riflettori da parte dei media e dell’opinione pubblica.
Il giornalismo culturale sarà il primo grande raccontatore degli spazi e dei
luoghi di tutte le Marche unite. Narrerà i territori, la storia della Regione ma
anche le abitudini e la quotidianità di tutti i grandi autori nati e cresciuti nelle
Marche. Parlerà a tutti i cittadini con temi forti e d’attualità, con la finalità
culturale e turistica di promuovere il territorio.
Ci saranno decine di ospiti, lectio, dialoghi, workshop, concorsi e concerti.
Viaggiare significa fare esperienze dei territori. Viaggiare vuol dire raccontare il
mondo attraverso la cultura. Ci saranno ospiti di spicco come Gianluca
Semprini, Quirino Principe, Davide Rondoni, Marco Carminati, Giuseppe
Catozzella, Francesca Mannocchi, Giuseppe Piccioni, Darius Arya, Sandro Gerbi,
Lorenzo Cremonesi, Achille Bonito Oliva, giornalisti, scrittori, sociologi, critici ed
esperti sul tema del viaggio, il quale verrà approfondito in tutti i campi
culturali: la storia, il giornalismo, la letteratura, l’arte, il cinema, i libri, il teatro,
ma anche la musica con il concerto di Ernesto Bassignano.
Il Festival per questa settima edizione si svolgerà tra il 14-15 settembre e il 3-4-
5-6 ottobre. Si parte sabato 14 ad Abbadia di Fiastra. Il primo dialogo alle ore
10.15 nell’Aula Verde vedrà un incontro interessante tra Sabina Minardi,
giornalista de L’Espresso, e Matteo Nucci, antropologo, per spiegare a livello
antropologico il viaggio dell’uomo. Alle ore 11.00 ci saranno scambi di battute
tra Angelo Ferracuti, Marzo Ferrazzoli, Angelo Pittro, Gianluca Semprini e
Silvestro Serra. Oltre narrazioni e storie, il Festival per la settima edizione
propone dibattiti sui nuovi media e sulle innovazioni. Sabato 14 alle ore 12.00
nella Sala della Foresteria ci sarà un workshop apposito dal titolo “Social
Media, strumento per la comunicazione e la promozione dell’offerta turistica”
dove parleranno e dialogheranno Fabio Giglietto, Cristiana Raffa e Barbara
Sgarzi. Il sabato vivrà anche di Festival Off, con la visita alla distilleria Varnelli
(ore 15.00), e con una conversazione su musica e viaggio con Piero Negri
Scaglione (ore 19.00 nella Pinacoteca Civica-Sala della Vittoria di Ascoli
Piceno).
Domenica 15 settembre invece, alle ore 10.00, il Festival del giornalismo
culturale farà tappa al Teatro dei Filarmonici di Ascoli Piceno. Ci sarà uno degli
incontri principali di tutto il Festival: tre grandi personaggi quali Marco
Carminati, Quirino Principe e Davide Rondoni, racconteranno il viaggio e la
storia culturale delle Marche, attraverso Raffaello, Rossini e Leopardi. Il tutto
nel segno delle ricorrenze: nel 2020 saranno 500 anni dalla morte di Raffaello,
nel 2017 vennero celebrati i 150 anni dalla scomparsa di Rossini e pochi mesi fa
venne ricordato Leopardi per i 200 anni dalla scrittura dell’Infinito.
“La settima edizione è molto importante, una bella opportunità per tutto il
territorio. Lo strumento del giornalismo culturale è fondamentale per
raccontare cosa abbiamo di bello e straordinario. Siamo orgogliosi di sostenere
il Festival perché rafforza il nostro territorio e permette a tutti di crescere
insieme, allargando lo sguardo con possibilità di sviluppo economico e
culturale” racconta Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche, ente che
da aiuto e manforte al Festival.
Il principio cardine del Festival è dare strumenti culturali per comunicare tutto
a tutti. “Il viaggio è un tema considerato fondamentale per conoscere il mondo
e le diverse culture e sarà il filo conduttore di questa settima edizione del
Festival. Siamo l’unico Festival incentrato sul giornalismo culturale in Italia”
racconta il direttore Lella Mazzoli. Per questa settima edizione anche SVIM –
Sviluppo Marche ha deciso di aderire al Festival. L’amministratore unico,
Gianluca Carrabs, spiega: “Abbiamo deciso di puntare sul Festival perché le
aree più in difficoltà hanno bisogno di essere raccontate, rappresentante e
valorizzate, e il Festival è il contenitore giusto per farlo”.
Nel mese di ottobre il Festival poi toccherà le fedeli sedi di Pesaro, Fano e
Urbino. Il 3 ottobre per la giornata dei migranti a Pesaro verrà dedicata uno
spazio all’immigrazione in Italia e dall’Italia, attraverso i racconti di Giuseppe
Catozzella e Francesca Mannocchi. A Fano, sabato 5 ottobre, il viaggio si
diramerà nella letteratura e nelle parole. Alle ore 21.00 poi Ernesto Bassignano
farà un concerto. L’ultima data, domenica 6 ottobre, sarà a Urbino dove il
viaggio si concluderà tra libri, teatro e opere d’arte, con la visita alla mostra
“Raffaello e gli amici di Urbino”.
Anche quest’anno l’Osservatorio News–Italia che accompagna da sempre il
Festival con una ricerca su come si informano gli italiani presenterà in
anteprima i dati sull’informazione culturale e lo farà a Pesaro il 3 ottobre.
Non mancheranno i concorsi: quello rivolto ai giovani giornalisti, alle scuole,
ma anche uno dedicato alla fotografia e alle aree colpite dal sisma. (link
concorsi: http://www.festivalgiornalismoculturale.it/2019/concorsi.html)
L’Università di Urbino Carlo Bo e l’Istituto di giornalismo di Urbino sono la culla
e i promotori del Festival del giornalismo culturale. Il Festival sarà un
importante momento di riflessione rivolto alle nuove generazioni su un tema
che spesso nel nostro Paese viene trascurato: la cultura e l’informazione
culturale.
ABBADIA DI FIASTRA, sabato 14 settembre. Il racconto dei luoghi. Come
viaggiare bene. Ne parleranno gli ospiti Sabina Minardi, Matteo Nucci,
Gianluca Semprini, Angelo Ferracuti, Angelo Pittro, Marco Ferrazzoli e Silvestro
Serra. Fabio Giglietto, Barbara Sgarzi e Cristiana Raffa faranno un workshop dal
titolo “Social media, strumento per la comunicazione e la promozione
dell’offerta turistica”. In serata ad Ascoli conversazione su musica e viaggio con
Piero Negri Scaglione.
ASCOLI PICENO, domenica 15. Un racconto sui grandi viaggiatori delle
Marche. Davide Rondoni parlerà di Leopardi, Marco Carminati di Raffaello e
Quirino Principe di Rossini.
PESARO, giovedì 3 ottobre. Tanti ospiti per la prima delle quattro giornate di
ottobre. Ci saranno: Giuseppe Catozzella, Giovanni Boccia Artieri, Francesca
Mannocchi, Lella Mazzoli, Massimiliano Panarari, Massimiliano Valerii,
Alessandro Zaccuri, Giorgio Zanchini, Mafe de Baggis, Annalisa Monfreda e
Filippo Pretolani. In serata ci sarà un concerto della The mini Scoop Jazz Band.
PESARO, venerdì 4 ottobre. Il festival affronterà il viaggio in diverse
componenti culturali. Per il viaggio nella storia ci saranno Sandro Gerbi,
Mariangela Galatea Vaglio, Roberto Zichittella, Darius Arya, Cristoforo Gorno,
Pier Vittorio Buffa e Nicola Maranesi. Avverrà la premiazione del Concorso del
Festival – sezione giornalisti under 35. Il viaggio nel giornalismo sarà spiegato
da Lorenzo Cremonesi, Michele Brambilla, Carlotta Maria Correra, Emanuele
Coen, Emanuele Giordana, Federico Geremei e Bruno Ruffolo. Per il viaggio nel
cinema invece ci saranno Cristina Battocletti, Anna Fiaccarini, Jonathan
Ferramola, Giacomo Manzoli, Andrea Martini, Andrea Caciagli, Giuseppe
Piccioni, Michele Pagliaroni e Alessio Torino. Ci sarà una proiezione
cinematografica a cura della Cineteca di Bologna.
FANO, sabato 5 ottobre. Riprende il viaggio, questa volta nella letteratura con
Giuseppe Antonelli, Eliana Di Caro, Piero Dorfles, Claudia Nanni, Michela
Monferrini, Fabio Cappelli ed Emanuele Trevi. Clara Attene farà un workshop
dal titolo “Tracce digitali. Gli strumenti di Google per il giornalismo di viaggio”.
Nel pomeriggio il viaggio porterà nell’arte con Achille Bonito Oliva, Paolo
Iabichino, Antonio Pinelli, Marcello Smarrelli, Maria Grazia Tolomeo,
Massimiliano Tonelli, Paolo Di Paolo, Davide Eusebi, Otello Renzi e con il
concerto serale di Ernesto Bassignano, Stefano Ciuffi ed Edoardo Petretti.
URBINO, domenica 6 ottobre. Il viaggio dei libri, del teatro e delle opere
d’arte con Marco Vigevani, Paolo Di Paolo, Umberto Orsini, Costantino
D’Orazio e Peter Aufreiter. Verrà premiato il vincitore del concorso Luoghi “Ripresi”, organizzato in collaborazione con SVIM – Sviluppo Marche. Ci sarà
anche il presidente dell’Ordine dei giornalisti Carlo Verna.
________________________________________________________________
IL COMITATO SCIENTIFICO
Cristina Battocletti, Giovanni Boccia Artieri, Fabio Cappelli, Paolo Di Paolo,
Piero Dorfles, Mariangela Galatea Vaglio, Paolo Iabichino, Lella Mazzoli, Sabina
Minardi, Massimiliano Panarari, Vilberto Stocchi, Massimiliano Tonelli, Giorgio
Zanchini.
CON IL PATROCINIO DI: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Ordine dei
giornalisti, Ordine dei giornalisti delle Marche, Regione Marche.
IN COLLABORAZIONE CON: Regione Marche, SVIM – Sviluppo Marche –, Galleria
Nazionale delle Marche – Palazzo Ducale di Urbino, Comune di Pesaro, Comune di
Fano, Comune di Urbino, Comune di Ascoli Piceno, Rete delle Scuole.
SPONSOR: CREVAL, Fondazione cassa di risparmio di Pesaro, TVS, Ratti.
SI RINGRAZIANO: Accademia di belle arti Urbino, LaRiCa, Arci, FirenzeRivista, Salone
Internazionale del Libro di Torino, SuperFestival, Marche Outdoor.