Misurare per crescere ed innovare I musei italiani nelle nuove sfide digitali dopo Covid

206

Webinar in programma venerdì 10 luglio alle ore 10:30 organizzato dall’Università Politecnica delle Marche con il patrocinio di ICOM Italia

Per conoscere quello che avviene all’ interno di uno spazio è necessario sviluppare nuovi sistemi intelligenti e a basso costo in grado di analizzare il comportamento e le interazioni delle persone. Questo aspetto è decisivo per comprendere le reali performances di uno spazio, capire come le persone interagiscono con esso e poter progettare e ridisegnare un ambiente in funzione di come le persone lo utilizzano.

È altrettanto importante conoscere quello che accade all’interno di uno spazio museale. Come cambierebbe un museo se fosse (ri)progettato in funzione dei dati? Che tipo di intuizioni possono essere rivelate ai professionisti del museo se venissero sfruttati i dati istituzionali e operativi in modo innovativo? Da queste domande nasce il webinar “Misurare per crescere ed innovare. I musei italiani nelle nuove sfide digitali dopo Covid”, in programma venerdì 10 luglio, alle ore 10:30, organizzato dall’Università Politecnica delle Marche con il patrocinio di ICOM Italia, il principale network italiano di musei e professionisti museali.

Negli ultimi anni, l’analisi dei dati è stata utilizzata nei musei per creare soluzioni a problemi di lunga data, come lo sviluppo di flussi di entrate sostenibili e l’attrazione di nuovo pubblico. Oggi infatti è possibile ottenere statistiche relative al panorama museale italiano grazie agli acquisti on-line, alla bigliettazione, ai social network e ad altri canali di comunicazione. Poco o nulla però conosciamo di quanto avviene negli spazi espositivi. Gli allestimenti, la disposizione delle opere, la gestione dei flussi e dei tempi di percorrenza possono essere progettati in base alle reali necessità dei visitatori, dopo aver raccolto le loro informazioni.

Questa giornata di studi è volta a raccogliere esperienze, riflessioni, spunti di discussione e desiderata da parte dei diversi attori coinvolti nella complessa gestione del patrimonio museale italiano. Interverranno esponenti del mondo Accademico, le istituzioni museali e la componente imprenditoriale; verrà presentata una soluzione innovativa e sperimentale di monitoraggio automatico dei pubblici dei musei, attraverso l’analisi comportamentale del pubblico, la misurazione dei flussi e del gradimento dei visitatori, fino alla valutazione dell’interazione degli utenti con elementi l’esibizione museale stessa.

Per seguire il webinar in diretta:
https://www.youtube.com/user/UNIVPM1
https://www.facebook.com/ICOMItaliaofficial/

IL PROGRAMMA
Saluti
Gian Luca Gregori, Rettore Università Politecnica delle Marche
Adele Maresca, Presidente ICOM Italia
Valeria Arrabito, Segretario Generale ICOM Italia

Introduce e modera
Paolo Clini
Università Politecnica delle Marche

Tecnologie e intelligenza artificiale per misurare il pubblico museale, stato dell’arte e prospettive
Interventi di:
Emanuele Frontoni, Roberto Pierdicca
Università Politecnica delle Marche
Anna Maria Marras
Icom Italia, Coordinatrice Commissione Tecnologie per i beni Culturali

I Musei che si misurano e si misureranno, opportunità, criticità e prospettive
Interventi di
Tiziana Maffei
Direttrice Reggia di Caserta, già Presidente ICOM Italia
Matteo Lafranconi
Direttore Scuderie del Quirinale Roma
Paolo Cavallotti
Chief digital officer Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Milano
Romina Quarchioni
Coordinatrice ICOM Marche, Direttrice Pinacoteca Palazzo Pianetti Jesi

Il progetto COME, il Sistema MeMus, un approccio alla misurazione
Andrea Tonelli, Francesco Caporaletti
Marchingegno, Grottini Lab, Università Politecnica delle Marche, Regione Marche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here