Porto di Venezia, lo scalo vicino alla comunità portuale

123

L’attenzione, l’impegno e l’energia con cui l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale sostiene la propria comunità portuale è evidente e soprattutto quotidiana.

Le recenti notizie circa l’erogazione dei primi fondi destinati al sostegno dei lavoratori delle Compagnie Portuali, così come l’annuncio degli imminenti escavi manutentivi che permetteranno il ripristino delle profondità dei canali garantendo così l’accessibilità nautica agli scali di Venezia e Chioggia sono solo le più recenti iniziative di AdSPMAS per lo sviluppo dei suoi porti e di tutto l’indotto economico e lavorativo.

Per evidenti motivi, non solo di ordine operativo, le strutture dell’AdSP sono in continuo e costante dialogo con la comunità portuale, con le sue aziende e con i suoi rappresentanti, con i quali sono peraltro previsti dalla normativa nazionale specifici organismi di raccordo.

La manifestazione di oggi, di cui si condivide l’importanza amplificata dall’impatto della emergenza sanitaria, si tiene tuttavia in un momento storico piuttosto delicato -a ridosso delle elezioni amministrative- e potrebbe sfociare su finalità non convergenti con gli interessi portuali e le funzioni istituzionali dell’Ente, preposto – unicamente – allo sviluppo e al governo del sistema portuale.

Per questi motivi il Commissario Straordinario dott. Pino Musolino ha ritenuto di non partecipare alla manifestazione, pur esprimendo, come sempre fatto, il proprio assoluto sostegno, personale e istituzionale, alla imprese della comunità portuale del Mare Adriatico Settentrionale, ai lavoratori e alle loro famiglie.

La libera partecipazione dei dipendenti dell’Autorità va quindi interpretata come mera adesione a titolo personale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here