Ernestomeda celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente rinnovando il suo impegno per la riduzione della propria impronta sul pianeta

333

Il 5 giugno è la giornata che ogni anno celebra la risorsa più importante per la vita sul nostro pianeta: l’ambiente. Istituita dall’ONU nel 1972, la Giornata Mondiale dell’Ambiente nasce infatti per promuovere una maggiore consapevolezza nei confronti dell’ambiente e per incoraggiare azioni volte alla sua salvaguardia. L’edizione 2021 del World Environment Day avrà al centro il ripristino degli ecosistemi e darà il via ufficiale al Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino dell’Ecosistema, la cui missione a livello globale consisterà nel recupero di miliardi di ettari sul pianeta: dalle foreste ai terreni agricoli, dalle montagne alle profondità marine.

Ernestomeda, da sempre sensibile alle tematiche legate ad ambiente e sostenibilità, è impegnata da tempo sul fronte della riduzione della propria impronta sul pianeta: l’azienda è infatti tra le prime del settore arredo in Italia ad aver ottenuto la Certificazione per la Circolarità del Prodotto, attestata dall’ente di certificazione Cosmob, autore di un proprio disciplinare tecnico “Cosmob Qualitas Praemium –Circolarità del prodotto arredo”, in conformità alla normativa sulle dichiarazioni ambientali UNI EN ISO 14021. La nuova certificazione, che si inserisce in un percorso virtuoso intrapreso dall’azienda – come dimostrano le ulteriori importanti certificazioni ottenute negli anni – attesta nuovamente l’impegno costante del marchio nei confronti dell’ambiente e l’attenzione riposta all’interno del processo produttivo, con la consapevolezza dell’importanza e del peso che le scelte attuali avranno sul mondo futuro.

Dalla misurazione della circolarità effettuata e certificata da Cosmob sui prodotti Ernestomeda, sono emersi risultati eccellenti: per gli arredi con ante in vetro, la circolarità materica si attesta intorno al 99%, con una percentuale del 98% dei materiali destinabili al riciclo, una volta esaurito il ciclo di vita del prodotto; anche per gli arredi con ante laccateprodotti per l’89% con materiali da fonti rinnovabili, la circolarità materica è pari al 99%, con una percentuale di riciclo a fine vita prodotto del 98%. Ottimi risultati ottenuti anche dagli arredi con ante impiallacciate – circolarità materica del 98%produzione da materiali provenienti per l’89% da fonti rinnovabili, percentuale di riciclo a fine vita prodotto pari al 97% – e da quelli con ante in melaminico/laminato: anche in questo caso, la circolarità materica si attesta al 98% e la percentuale di materiale riciclabile alla fine del ciclo di vita del prodotto al 97%.

 

L’anta vetro è una degli elementi funzionali e dinamici di K-Lab – il modello di cucina firmato Ernestomeda e ideato da Giuseppe Bavuso, oggi art director dell’azienda: contraddistingue le composizioni caratterizzandone armadi e pensili, grazie anche alla presenza del telaio in alluminio e di un’ampia varietà di finiture.  K-Lab è una cucina in cui il design innovativo convive armoniosamente con la sperimentazione: elementi “classici” sono rielaborati e accostati a linee contemporanee, materiali tecnologici e soluzioni d’uso originali. Il risultato è un progetto di cucina dallo stile raffinato ma dall’anima tecnica, in grado di rispondere a ogni esigenza pratica, senza rinunciare alla componente estetica. Caratterizzato dalla chiara ispirazione ai banchi da lavoro tipici degli ambienti industriali, K-Lab annovera tra i suoi tratti distintivi il sistema a giorno modulare K-System, che contribuisce a fare del modello uno spazio informale, quasi sospeso nel gioco di volumi vuoti e pieni, in un perfetto equilibrio tra design elegante, praticità e funzionalità assolute, proprie di una cucina professionale.

L’anta laccata è l’elemento che contraddistingue, invece, una delle composizioni disponibili del modello Obliqua, elegante ed essenziale, recentemente al centro di una nuova interpretazione.

La finitura in laccato Zero Gloss Mineral è la protagonista della composizione, caratterizzando gli elementi a parete che, tra giochi di volumi e di simmetrie, incorniciano l’originale nicchia operativa della zona lavaggio. Il piano di lavoro, lo schienale e le mensole Clever si distinguono invece per la finitura in acciaio satinato.

Il modello è arricchito dalle mensole Order – in impiallacciato Rovere Termotrattato – e Clever – nella finitura in acciaio satinato – che fanno da sfondo all’isola, compatta e funzionale. L’algida eleganza dell’acciaio e il calore del legno si fondono in un contrasto dal fascino indiscusso, che rende l’ambiente elegante e dinamico, ma al tempo stesso, caldo e accogliente.

In allegato il comunicato stampa completo di tutti i dettagli, due delle tre infografiche presenti nel testo e le immagini relative ai due modelli di cucina citati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here