Bureau Veritas Italia certifica la sostenibilità della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

172

Profumo di tartufo sull’ultima, in ordine di tempo, certificazione rilasciata da Bureau Veritas Italia: il Certificato ISO 20121:2012 sarà consegnato oggi, 8 Ottobre, a Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco D’Alba sancendo il raggiungimento di una serie di risultati tecnici e organizzativi nella progettazione della Fiera del Tartufo.

 

La manifestazione verrà inaugurata oggi pomeriggio: in questa occasione il Presidente e Amministratore Delegato di Bureau Veritas Italia, Diego D’Amato, consegnerà il certificato nelle mani della Presidente dell’Ente Fiera, Liliana Allena, alla presenza dei Ministri Mara Carfagna e Massimo Garavaglia, del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e del Sindaco della Città di Alba Carlo Bo.

 

“Pensare a un evento sostenibile significa progettarlo, organizzarlo, realizzarlo e poi gestire il post evento, in modo tale da lasciare un’eredità positiva per la comunità non solo presente ma anche futura. Mi piace pensare che la Sostenibilità sia la chiave per valorizzare ulteriormente questo territorio così ricco di storia e cultura. La Fiera del Tartufo di Alba assume le caratteristiche di una sorta di anima del territorio e delle comunità locali” commenta Diego D’Amato, orgoglioso delle sue radici cuneesi.

 

La certificazione è stata ottenuta grazie all’impegno dell’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco D’Alba nella progettazione di un sistema di gestione dell’evento coerente con i requisiti di sostenibilità. L’obiettivo è proprio quello di gestire al meglio gli impatti economici, sociali e ambientali e attivare procedure operative per verificare che gli obiettivi siano stati raggiunti.

 

Le attività di audit di Bureau Veritas proseguiranno poi durante l’evento, per verificare che lo svolgimento delle attività rispecchi fedelmente la progettazione. In particolare, durante le giornate dedicate alla sostenibilità, gli auditor BV saranno impegnati nella raccolta delle evidenze di conformità, osservando gli ambienti, verificando le procedure di sicurezza, intervistando gli operatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here