Porto di Trieste, approvato il Piano Operativo Triennale, obiettivo transizione energetica

567

Approvato il Piano Operativo Triennale (POT), documento che contiene le linee della programmazione operativa del prossimo triennio. Il piano, riferito ai porti di Trieste e Monfalcone, individua le molteplici sfide dell’Autorità di Sistema Portuale e della comunità di imprese collegate, molte delle quali si collocano nel filone della transizione verde e digitale, delineata dall’UE, e del PNRR, che vede nel sistema, investimenti pubblici per importi superiori a 415 mln di Euro.

La transizione energetica è uno dei punti fermi recepiti dal POT, e nel corso della riunione è stata ribadita la necessità che il percorso verso l’energia del futuro e la riduzione degli impatti ambientali locali sia costruito attraverso step successivi, coinvolgendo in questa fase anche i combustibili marittimi a emissione nulla di particolati (GNL).

Specifica attenzione è stata rivolta anche al contesto di Monfalcone, nel quale si sta ormai per avviare il nuovo sistema di concessioni dodicennali, che favorirà lo sviluppo di tutti i traffici, commerciali e crociere, in un quadro di sempre maggiore integrazione industriale con il contesto produttivo specializzato del territorio (es. cantieristica, meccanica avanzata, ecc.).

Nel 2021 il traffico a Trieste ha mostrato buone tendenze, soprattutto per il settore Ro-Ro (+24%) e ferroviario (+15%), con numeri quasi definitivi che dovrebbero essere confermati dai dati consolidati di chiusura in uscita a gennaio 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here