Ernestomeda annuncia i vincitori italiani del progetto Our Idea of Award

476

L’iniziativa, alla sua prima edizione, è dedicata ai partner del marchio e vuole essere un riconoscimento del loro impegno nella progettazione di ambienti cucina originali ed eclettici

 

Così come i modelli di cucina firmati Ernestomeda, anche il progetto Our Idea of Award è partito da un’idea, poi diventata “disegno”. La visione alla base dell’iniziativa, alla sua prima edizione, è stata proprio la volontà di premiare il lavoro, la passione e l’impegno che giornalmente i partner Ernestomeda dedicano al brand.

Our Idea of Award ha visto infatti il coinvolgimento dei dealer Ernestomeda e i loro più significativi “ambienti cucina” – già realizzati e dunque già presenti nelle abitazioni dei propri clienti – che sono stati così candidati e hanno potuto concorrere per aggiudicarsi il premio.

I progetti selezionati, che si sono distinti per originalità, complessità e contesto, saranno protagonisti di una sezione dedicata sul sito internet dell’azienda – ernestomeda.com – sui suoi profili social e su tutti quei canali in cui si possa garantirne visibilità.

Il progetto italiano vincitore e i due destinatari delle menzioni d’onore sono stati premiati in occasione di un evento dedicato che si è svolto la scorsa settimana nella suggestiva cornice di Villa Montani, residenza storica situata nel borgo marchigiano di Ginestreto, sulle colline pesaresi.

I criteri di valutazione

Sono sei i principali criteri di valutazione considerati: la coerenza tra la composizione della cucina e l’impianto architettonico dell’edificio; la scelta delle finiture utilizzate nella cucina in relazione ai materiali e alle texture del manufatto architettonico; l’originalità della proposta volumetrica della composizione della cucina; la capacità di interpretare gli elementi caratterizzanti il programma Ernestomeda scelto in funzione delle esigenze custom del progetto; la soluzione ergonomica e funzionale del progetto cucina in rapporto alla destinazione d’uso dello spazio che la accoglie e la circonda; la capacità di coniugare complementi d’arredo che siano in grado di valorizzare il progetto cucina.

Dopo un’attenta valutazione di tutti i progetti in lizza, l’autorevole Giuria – composta da Giuseppe Bavuso, architetto e art director Ernestomeda, Andrea Margaritelli, presidente dell’Istituto Nazionale di Architettura e Brand Manager di Listone Giordano, Giovanna Latis, architetto e designer di Gio Latis Studio, e Raffaella Razzano, direttore del magazine Ambiente Cucina – ha decretato il vincitore tra i dealer italiani e assegnato le due menzioni d’onore.

Il vincitore e le menzioni d’onore

Ad aggiudicarsi il premio, Dolce Abitare, grazie al progetto centrato su Soul che ha arricchito la suggestiva Residenza Q, immersa nelle colline abruzzesi, riuscendo a sottolineare la sintonia tra la casa e la natura dell’ambiente circostante. Premiata anche l’architetto Valeria Aretusi, che ha curato l’intero progetto.

A ottenere poi le menzioni d’onore, due progetti cucina che più di altri sono apparsi in perfetta armonia con il progetto architettonico dello stabile, riuscendo ad adattarsi alle particolarità dimensionali dello spazio, al mood e al design degli interni. Il riuscito connubio tra le soluzioni ergonomiche e funzionali di ciascuna composizione è stato in grado di valorizzare l’opera di ristrutturazione, rendendola bilanciata e in costante dialogo con gli altri ambienti della casa.

La giuria ha assegnato le menzioni d’onore a pari merito a Pialorsi Arredamenti, grazie alla sua composizione di Icon, leggera e in perfetto equilibrio cromatico con gli ambienti circostanti, e a Cighetti Arredamenti, per la progettazione di una cucina versatile, dall’impronta minimal ma confortevole, realizzata sul modello One.

«Siamo molto grati a tutti i nostri partner e rivenditori per l’ottimo lavoro che svolgono e che hanno continuato a svolgere anche durante quest’ultimo delicato momento storico. Come azienda, abbiamo pensato quindi che fosse importante premiare la loro dedizione e il loro impegno con un’iniziativa che potesse mettere in luce il grande valore di ognuno, a prescindere dai progetti vincitori», afferma Alberto Scavolini, CEO di Ernestomeda.

In allegato il comunicato stampa completo di tutti i dettagli e quattro immagini che ritraggono:

  • la giuria: da sinistra, Raffaella Razzano, direttore del magazine Ambiente Cucina, Giuseppe Bavuso, architetto e art director Ernestomeda, Giovanna Latis, architetto e designer di Gio Latis Studio, e Andrea Margaritelli, presidente dell’Istituto Nazionale di Architettura e Brand Manager di Listone Giordano;
  • i vincitori del premio: il team di Dolce Abitare e l’architetto Valeria Aretusi;
  • i destinatari della menzione d’onore (pari merito): la famiglia Cighetti di Cighetti Arredamenti;
  • i destinatari della menzione d’onore (pari merito): la famiglia Pialorsi di Pialorsi Arredamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here