Living with Earthquakes. Strategie per un futuro sostenibile nelle aree interne

242

Domenica 24 luglio 2022 alle ore 18:00 nella sala consiliare del Comune di Falerone si sono conclusi i lavori della terza edizione della summer school ‘Living with earthquakes. A strategic plan for the earthquake prone regions’, promossa dal Dipartimento di Ingegneria Civile Edile e di Architettura dell’Università Politecnica delle Marche insieme a University of Cambridge, Università di Macerata e un ampio partenariato internazionale.

Archeologia, artigianato innovativo, recupero delle tradizioni, formazione ed educazione ai valori del patrimonio sono alcune delle parole chiave della proposta elaborata dai 25 partecipanti, laureandi e dottorandi provenienti da università europee e asiatiche (Ancona, Cambridge, Liverpool, Torino, Macerata, Varsavia, Istanbul, Bangkok, Ho Chi Minh City).

Le tre sessioni tematiche – Urban and architectural rehabilitation / Culture, Landscape and Memory / Strategies and practices for promoting the future – finalizzate a disegnare un futuro diverso per Falerone invertendo la tendenza all’abbandono, hanno proposto una stretta sinergia tra il recupero del tessuto urbano e architettonico del centro storico, il riconoscimento dei valori del paesaggio a grande scala, il recupero della memoria dei luoghi e delle tradizioni culturali legate al territorio, e l’inserimento di nuove funzioni che possano garantire un’adeguata offerta lavorativa, abitativa e turistica.

La premessa di tutto questo è comprendere la complessità di Falerone, che deve trarre vantaggio dal dialogo tra le sue parti storiche – l’area archeologica (Falerio Picenus), il quartiere Piane e il centro collinare – per assicurare una continuità e complementarietà di uso nelle diverse stagioni. Il futuro non può inoltre prescindere dal superamento degli stessi confini comunali per riannodare i legami con gli altri centri del tradizionale ‘distretto del cappello’ – Montappone, Massa Fermana e Monte Vidon Corrado.

Conclusa la summer school, Università, Amministrazione comunale e la neonata Comunità di patrimonio di Falerone siederanno intorno ad un tavolo per programmare il processo di ricostruzione. Come emerso durante la visita del sub Commissario alla Ricostruzione Gianluca Loffredo e l’incontro a distanza con l’assessore Guido Castelli sabato 23 luglio, Falerone si candida a modello di una ricostruzione diversa, sensibile ai luoghi e in stretta collaborazione con le comunità interessate. La comunità scientifica dialogherà con le istituzioni e i cittadini per un processo ampiamente partecipato, basato anche sulla formazione di una nuova generazione di attori, dai professionisti agli amministratori, ai tecnici comunali fino alle imprese di costruzione.

L’appuntamento è al prossimo autunno per presentare i primi esiti di tale programma.

Il partenariato internazionale
Università Politecnica delle Marche

University of Cambridge

University of Liverpool

Università di Macerata

Politecnico di Torino

University Las Palmas de Gran Canaria

Norwegian University of Life Sciences

British School at Rome

Ministero della Cultura

La provenienza degli studenti e dottorandi

Italia, Inghilterra, Polonia, Ungheria, Svizzera, Turchia, Norvegia, Tailandia, Vietnam, Buthan

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here