Marche, politiche energetiche : si lavora su fonti rinnovabili e efficientamento edifici. In arrivo 60 milioni dal FERS

727

Bandi a sostegno di imprese e famiglie contro il caro bollette, efficientamento energetico degli edifici pubblici a partire da ospedali, impianti sportivi e piscine, sostegno alle comunità energetiche rinnovabili. Questi gli argomenti all’ordine del giorno del Comitato consultivo per le politiche energetiche istituito dalla giunta Acquaroli e presieduto dall’assessore Andrea Maria Antonini, che si è riunito questa mattina a Palazzo Raffaello ad Ancona.

“L’incontro – ha spiegato Antonini – è stata occasione di confronto sulle strategie messe in atto dalla Regione nel settore e sul migliore utilizzo delle risorse a disposizione. La stretta collaborazione con tutti gli stakeholder che aderiscono al Comitato, la condivisione dei progetti ed il coinvolgimento diretto sono essenziali per realizzare insieme le azioni più utili al territorio in materia di fonti rinnovabili, efficienza energetica e decarbonizzazione dell’economia”.

Antonini ha quindi illustrato le iniziative previste dalla Regione.

“Abbiamo appena presentato – ha proseguito –  un bando da 14 milioni dedicato alle imprese per la produzione di idrogeno verde made in Marche che, tramite la realizzazione di elettrolizzatori, è in grado di fornire risposte al mondo produttivo. Un altro bando da 1,5 milioni di prossima pubblicazione è invece quello finalizzato all’efficientamento degli edifici pubblici per contenere gli oneri di gestione specie quelli delle strutture più energivore che risentono particolarmente del caro energia. Entrambi i provvedimenti era già stati condivisi con il Comitato e lo stesso faremo per i 2,5 milioni di bonus a sostegno del risparmio energetico delle famiglie più in difficoltà su cui stiamo lavorando. A breve approfondiremo insieme anche la nuova programmazione dei fondi Ue del Fesr, con una dotazione di altri 60 milioni di euro per la diffusione delle rinnovabili e per l’efficientamento energetico”.

Presenti all’incontro i rappresentanti di Università di Camerino, Università di Urbino, Università di Macerata e Politecnica delle Marche, Enea, Arpam, Gse, Snam, Enel Italia S.p.A., E-Distribuzione spa, Terna spa, Eni, Sgi, Hera Gruppo Marche Multiservizi, Gruppo Api S.p.A., Western e Co srl sezione energia confindustriale Centro Adriatico, Techfem spa, Consorzi Energia Confindustriale, Gruppo Loccioni – Biosketch.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here