Intelligenza artificiale? Coinvolge già oltre un terzo delle imprese

249

L’Università Politecnica delle Marche racconta un paesaggio produttivo in profonda evoluzione. L’indagine sarà presentata nel corso di “C’è. Connected Economy, seconda edizione del Business Talk nazionale, “In prima Fila” condotto dal vicedirettore del TG La7 Andrea Pancani ed organizzato da TAI – Think about it.  Tra gli ospiti, Paolo Crepet e Matteo Colaninno

Per decenni, i più celebri settori industriali italiani tradizionali sono  stati fulgidi simboli d’eleganza e qualità, imponendo nel mondo  un paradigma culturale con radici solide,  economicamente attrattivo e  di straordinario successo. Eppure sono così profondi e rapidi i mutamenti in atto che i  modelli esistenti sembrano insufficienti a fronteggiare le evoluzioni di economie intimamente interconnesse e di mercati interdipendenti.  Occorre saper cogliere le opportunità  e fronteggiare i rischi del presente, grazie all’ausilio di un inevitabile avanzamento tecnologico e di  capacità d’analisi estremamente accresciute.  Un’urgenza di cambiamento che emerge già dalla prima “Indagine sulla nuova impresa intelligente”. La ricerca, condotta dall’Università Politecnica delle Marche, fotografa l’incidenza dell’AI su alcune decine di  PMI operanti in diversi settori. Su un campione di  venti  aziende, oltre un terzo (35%)  ha avviato un progetto di intelligenza artificiale o dichiara che investirà in AI entro l’anno. Il 10% ritiene che questa innovazione  introdurrà cambiamenti dirompenti. L’80% ritiene che avrà un impatto sulla produzione. Le maggiori barriere all’adozione di tecnologie e strumenti basati su AI sono la mancanza di competenze tecniche, tempo e risorse umane limitati da destinare a tali progetti

I principali ambiti di applicazione riguardano la manutenzione preventiva, il controllo della qualità dei prodotti e le simulazioni (digital twins, 3-D modelling).

L’interessante ricerca messa a punto dall’ateneo marchigiano sarà presentata nel corso di C’è. Connected Economy, seconda edizione del Business Talk nazionale, “In prima Fila”, l’unico  con l’ambizione  di  misurare  annualmente la capacità dei territori di creare valore e di essere protagonisti di un mercato mondiale in perenne evoluzione, grazie a  manager, economisti, giornalisti, imprenditori, ricercatori, intellettuali ed esponenti di governo. L’appuntamento ideato e organizzato da TAI – Think About It, una delle più dinamiche ed affermate realtà europee  nel progettare percorsi di  internazionalizzazione e innovazione  d’impresa, sarà di scena il prossimo 23 giugno, a partire dalle 16.00,  alla Sala Meeting Garofoli di Castelfidardo. Tra gli ospiti del talk condotto dal Vicedirettore del TGLA7 Andrea Pancani,  oltre ad un componente  dell’esecutivo nazionale ancora “ top secret”,  spiccano Gianluca Gregori (Rettore dell’Università Politecnica delle Marche), Matteo Colaninno (Vicepresidente esecutivo Gruppo Piaggio), Maria Virginia Tiraboschi (Presidente di Ico Valley), Paolo Crepet (psichiatra e scrittore), Orlando Di Pippo (Group Business Developer Mashfrog).

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here