Il primo Consiglio comunale della sindacatura di Daniele Silvetti

382

Si è riunito ad Ancona alle 14,30 del 19 giugno 2023 il primo Consiglio comunale della sindacatura di Daniele Silvetti e l’Assemblea è tornata nella storica sede della sala consiliare di Palazzo del Popolo, di fronte a un nutrito pubblico di cittadini e di dipendenti comunali.

I 32 consiglieri, 20 della maggioranza e 12 dell’opposizione, sono stati chiamati al voto sui primi adempimenti ufficiali previsti all’ordine del giorno, il numero 10 del 2023.

Al primo punto, l’esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità del Sindaco e dei Consiglieri comunali. Seguono: l’elezione del Presidente del Consiglio comunale e del Vicepresidente, il giuramento del Sindaco, la comunicazione del Primo cittadino in ordine alla nomina della Giunta comunale, la nomina dei componenti effettivi e supplenti della Commissione elettorale e alcune proposte di deliberazione della Giunta.

La seduta è stata aperta dalla consigliera Susanna Dini, che ha guidato il dibattito in qualità di consigliere anziano, a cui è subentrato in seguito il neo eletto presidente del Consiglio. La scelta per questa carica è ricaduta con il consenso di tutti i gruppi consiliari (maggioranza e opposizione) sul consigliere Simone Pizzi (Ancona Protagonista), mentre vicepresidente è stato eletto Francesco Rubini Filogna (Altra Idea di Città).

Al senso di coesione che ha portato al consenso generale per l’elezione delle massime cariche del Consiglio Comunale ha fatto riferimento anche il sindaco Silvetti nel discorso pronunciato prima del giuramento, in cui ha sottolineato come il comune intendimento nei momenti “alti” della vita e dell’azione del Consiglio, ferma restando la normale dialettica tra le parti, sia un segnale forte per i cittadini.

Il neo eletto presidente Simone Pizzi è medico-chirurgo, anestesista-rianimatore all’Ospedale pediatrico Salesi di Ancona, responsabile del Centro di riferimento regionale per la terapia del dolore e le cure palliative pediatriche, autore di pubblicazioni scientifiche e relatore in convegni scientifici.

Impegnato nel volontariato cattolico, è stato già due volte consigliere comunale (2009-2018), vicepresidente del Consiglio comunale, vicepresidente e presidente ad interim delle Commissioni consiliare Servizi sociali, SanitaÌ, Pari opportunità, Pubblica istruzione, Politiche per la casa e immigrazione, Attività culturali, beni culturali e fondazioni, sport, politiche giovanili, Bilancio, patrimonio, casa; componente del coordinamento ANCI giovani Marche, consigliere delegato del Comune di Ancona per l’organizzazione del XXV Congresso Eucaristico Nazionale.

Il vicepresidente Francesco Rubini Filogna è avvocato. Diplomato al liceo scientifico Galilei di Ancona, è laureato in Giurisprudenza all’Università degli studi di Macerata. Attivo in politica sin dalle scuole superiori, il suo percorso politico è proseguito all’università come coordinatore di Officina Universitaria e rappresentante degli studenti del dipartimento di Giurisprudenza. Nel 2013 è entrato per la prima volta in Consiglio Comunale, dove svolge il suo ruolo da dieci anni.

Siede sui banchi del consiglio dorico una compagine di consiglieri che ha un’età media inferiore ai 50 anni, 48 e mezzo per l’esattezza, con la consigliera più giovane che tra qualche giorno dovrà sostenere l’esame di maturità: la diciottenne Giulia Fedele e due consiglieri classe 2003, uno di maggioranza e uno di opposizione, Francesco Andreani e Giacomo Petrelli. Poco meno di un quinto dell’assemblea, 6 consiglieri, è under 35, mentre due sono gli over 70. In maggior parte i consiglieri sono medici (7) e sono relativamente numerosi anche gli avvocati (5), e gli studenti (4). Sui banchi della maggioranza siede un numero uguale di donne e uomini (10 più 10), mentre le donne all’opposizione sono un terzo del totale (4 su 12).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here