Porto di Ancona, Ultimo Miglio: al via la gara europea

636

Presidente Francesco Acquaroli: “Un’opera fondamentale per lo sviluppo del Porto, di Ancona e delle Marche”. Assessore Francesco Baldelli: “Finalmente riconnettiamo Ancona con le Marche, collegando direttamente il porto con la strada statale 16. In 30 mesi messo a terra mezzo miliardo di Euro per due infrastrutture strategiche”

È stata pubblicata la gara europea relativa all’Ultimo Miglio, il collegamento stradale tra Porto di Ancona e la Strada Statale 16 ‘Adriatica’: un’opera fondamentale per lo sviluppo, non solo del capoluogo regionale, ma delle Marche e del Centro Italia. L’opera è stata inserita nell’agosto del 2021 nel novero delle strutture commissariali su richiesta dell’assessorato alle Infrastrutture della Regione, portando così a quattro le strutture presenti nelle Marche, dopo la Fano-Grosseto, la ferrovia Orte Falconara e la Salaria, che possono procedere in maniera spedita grazie all’iter procedurale previsto dalla normativa in questione. “L’Ultimo Miglio, il collegamento diretto tra il Porto di Ancona e la Strada Statale 16 e di conseguenza con le principali infrastrutture regionali – afferma il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli – è un’opera fondamentale per lo sviluppo del Porto, di Ancona e delle Marche e potrà contribuire notevolmente a valorizzare ulteriormente il Polo Intermodale. Questa opera è attesa da decenni e finalmente, con la pubblicazione della gara europea, si mette un ulteriore tassello concreto per la sua realizzazione. Voglio esprimere soddisfazione per la speditezza con la quale stanno andando avanti le procedure per la realizzazione di un’opera che ricordo vale 150 milioni di euro”. Secondo l’assessore alle Infrastrutture Francesco Baldelli, si compie “un altro passo fondamentale per riconnettere il capoluogo regionale con le Marche e le principali arterie stradali italiane. È iniziato il conto alla rovescia per rompere l’isolamento della nostra porta sul mondo. Il segreto del successo è uno solo: il gioco di squadra della Giunta Acquaroli con Ministero, Anas e Commissario Ing. Paolo Testaguzza”. L’Ultimo Miglio, atteso da oltre 40 anni, prevede un collegamento di 3,3 km del valore di 150 milioni di euro, che contribuirà a raggiungere tre obiettivi strategici: interconnettere il Porto di Ancona con l’Autostrada A 14 e le principali direttrici stradali nazionali ed europee; valorizzare il triangolo logistico delle Marche costituito dalle tre infrastrutture Porto-Interporto-Aeroporto; alleggerire, infine, il traffico pesante che transita sulla Statale e interseca alcuni quartieri della città di Ancona.

La pubblicazione della gara fa seguito alla recente firma del Decreto dei Ministeri dell’Ambiente e della Cultura, che ha dato il via definitivo al progetto e alla successiva approvazione, da parte della Giunta regionale, dell’Intesa tra Regione e Anas, e infine alla firma del Presidente Acquaroli. Conclude l’assessore Francesco Baldelli. “Se ai 150 milioni di euro per l’Ultimo Miglio aggiungiamo i 350 della bretella della Strada statale 16 attivati con la consegna dei lavori nel febbraio 2022, arriviamo alla quota eccezionale di mezzo miliardo di euro destinato ad uno degli snodi infrastrutturali più importanti, non solo per Ancona, ma per le Marche. Siamo sempre più impegnati a perseguire un modello di sviluppo all’insegna della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, creando opportunità concrete per combattere le disuguaglianze. Avanti con pragmatismo e determinazione per riconnettere le Marche alle reti di comunicazione infrastrutturali italiane ed europee”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here