Taxi: Udicon, situazione inaccettabile nelle principali città italiane

307

“Garantire maggiore disponibiltà di veicoli”

“Non è più tollerabile la mancanza di taxi e la totale inadeguatezza del servizio, soprattutto in questo periodo di maggior affluenza turistica, nelle principali città italiane. La situazione è diventata inaccettabile: i cittadini si trovano ad affrontare code snervanti nelle stazioni e nelle piazze più frequentate dai turisti, centralini dei radiotaxi che non rispondono alle chiamate e posteggi vuoti mentre i taxi in circolazione sono occupati. Le auto bianche sono diventate quasi introvabili e le lamentele da parte dei consumatori aumentano giorno dopo giorno. L’incremento del turismo ha esacerbato ulteriormente le mancanze, con code interminabili e congestioni nei giorni degli eventi e delle manifestazioni. È necessario un intervento immediato e risolutivo per garantire un servizio adeguato”. Così in una nota il presidente nazionale Udicon (Unione per la Difesa dei Consumatori), Martina Donini.
“È essenziale che vengano introdotti nuovi regolamenti per il settore dei taxi, al fine di rendere il servizio più efficiente e garantire una maggiore disponibilità dei veicoli. Dobbiamo adottare misure che favoriscano la flessibilità dell’offerta durante i picchi di richiesta turistica, fiere ed eventi”, ha proseguito Donini.
“Chiediamo alle autorità locali e ai responsabili del settore dei taxi di agire con tempestività e determinazione. Dobbiamo farci trovare pronti, soprattutto in una città come Roma che dovrà affrontare l’appuntamento del Giubileo. Se pensiamo di poter gestire tutto con superficialità e leggerezza, non andremo affatto nella giusta direzione. Non possiamo permettere che Roma, una delle città più belle e visitate al mondo, sia ricordata per la mancanza di taxi e per un servizio inadeguato, considerando anche le problematiche preesistenti per trasporti e nettezza urbana”, ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here