CO2 Reduction For Transportation Systems Conference: un altro successo per la quinta edizione dell’appuntamento biennale internazionale sull’evoluzione delle tecnologie automotive

310

Organizzato da ANFIA e SAE TORINO, il convegno ha visto la partecipazione di oltre 80 relatori da tutto il mondo, 13 sponsor, coinvolti anche in un programma di Talent Talk con gli studenti di ingegneria, e oltre 230 partecipanti

 

Si è conclusa il 14 giugno scorso la quinta edizione del convegno internazionale “CO2 Reduction for Transportation Systems”, organizzato da ANFIA e da SAE International Torino Section presso il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, con la partnership tecnica di Stellantis Italia e la partnership istituzionale del Dipartimento Energia (DENERG) del Politecnico di Torino.

Focus dell’evento – rivolto a tutti gli stakeholder della filiera automotive (produttori di veicoli, fornitori di componenti e sistemi), enti pubblici, manager, ingegneri e ricercatori – è tracciare lo stato dell’arte delle tecnologie di riduzione della CO2 per i sistemi di trasporto sostenibile, nonché discutere dei trend futuri, promuovendo il dialogo fra imprese, università e centri di ricerca di diversi Paesi anche attraverso opportunità di networking e di scambio di informazioni. Tra le principali tematiche trattate: una panoramica sull’attuale normativa di riferimento e sugli scenari futuri; Well To Wheel e analisi del ciclo di vita; i nuovi sviluppi dei sistemi powertrain; l’impiego di carburanti alternativi (inclusi e-fuel e idrogeno) e le tecnologie di elettrificazione e ibridizzazione; le tecnologie di riduzione della domanda di energia dei veicoli, inclusi: aerodinamica, miglioramento della gestione dell’energia a bordo, gestione termica; resistenza al rotolamento e riduzione degli attriti; tecnologie di alleggerimento pesi; infrastrutture di ricarica e rifornimento.

Il programma delle sessioni convegnistiche, articolate su due giornate (12 e 13 giugno), ha visto la partecipazione di oltre 80 qualificati relatori provenienti da prestigiose associazioni, università, centri di ricerca e imprese sia italiani che stranieri, coinvolti in singoli interventi e tavole rotonde in sessioni parallele, che hanno animato un interessante confronto sui temi tecnici all’ordine del giorno. Complessivamente, i partecipanti sono stati oltre 230.

Grazie all’alto profilo degli interventi, l’evento ha quindi offerto a tutte le aziende che vi hanno preso parte eccellenti opportunità di interazione con un panel di esperti e con un’ampia platea di stakeholders.

Inoltre, nel pomeriggio dell’11 giugno si sono svolte le visite tecniche presso Dumarey e Politecnico di Torino Labs e, nella mattinata del 14 giugno, presso Dana Graziano, Denso Thermal Systems e nuovamente Dumarey e Politecnico di Torino Labs.

“Anche quest’anno la due giorni da poco conclusa ha offerto importanti stimoli ad un dibattito strategico per la filiera automotive europea e globale ha commentato Gianmarco Giorda, Direttore di ANFIA.

I regolamenti europei sulla riduzione delle emissioni di CO2 dei veicoli leggeri (autovetture e veicoli commerciali leggeri) e pesanti stabiliscono target sfidanti al 2035 e al 2040 per l’industria da noi rappresentata. Per il mandato quinquennale del neo-eletto Parlamento europeo, chiediamo una pausa regolamentare che garantisca alle imprese una programmazione di medio e lungo termine. Nello stesso periodo, sono previste le clausole di revisione relative ai citati regolamenti. Senza perdere di vista l’obiettivo condiviso di un’ambiziosa decarbonizzazione, l’auspicio è che le istituzioni europee ammorbidiscano il percorso verso il target zero emissioni, rivedendo le metodologie di calcolo delle emissioni stesse e di raggiungimento degli obiettivi in un’ottica neutrale e plurale, che valorizzi tutti i carbon neutral fuels e consenta a tutte le tecnologie di poter contribuire alla causa.

Nel frattempo, ANFIA prosegue il lavoro con il Ministero delle Imprese e del Made in Italy e con tutti gli attori della filiera per la definizione di un piano di transizione che punti ad un incremento dei volumi produttivi di autoveicoli sul territorio e accompagni e supporti le imprese nel percorso di digitalizzazione e decarbonizzazione di prodotti e processi, con adeguate misure a sostegno degli investimenti produttivi e in ricerca e sviluppo e della riqualificazione degli addetti, nonché per il miglioramento dei fattori di competitività dell’intero sistema industriale italiano”.

L’evento si è svolto con il sostegno di autorevoli sponsor: Converge CFD Software e Dana Graziano in qualità di platinum sponsor; Bosch, Dassault Systemes, Dumarey, Engys, FEV, Gamma Technologies, Meccanotecnica Umbra, Industrie Saleri Italo ed SKF in qualità di golden sponsor; Altair e IHI Charging Systems in qualità di silver sponsor. Alcune di queste aziende sono anche state protagoniste del programma di talent talk online dedicati agli studenti di ingegneria di tutto il mondo, una bella occasione, per i giovani talenti, per entrare in contatto con alcune delle più importanti realtà dell’automotive, che hanno presentato la loro vision e mission, le loro strategie di recruitment e le opportunità di lavoro e di stage.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here