Sulla formazione intesa fra Federagenti e il Corpo delle Capitanerie di porto

280

Si è svolta, mercoledì 26 giugno a Roma, presso il Comando Generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, l’Assemblea dei Soci di Federagenti. I lavori della mattinata hanno visto prima formazione e lavoro, come chiavi di lettura irrinunciabili per il mantenimento di alti standard del cluster marittimo e portuale italiano. Sono questi i pilastri su cui si regge l’Accordo di collaborazione ratificato tra il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e la Federazione Nazionale degli Agenti Raccomandatari Marittimi e Mediatori Marittimi per l’aggiornamento professionale a beneficio del personale militare e civile dell’Amministrazione nonché dei dipendenti delle agenzie marittime raccomandatarie che operano sul territorio. Il Comandante Generale Nicola Carlone e il Presidente Alessandro Santi hanno confermato come la collaborazione tra il Corpo delle Capitanerie di porto e gli agenti marittimi rimane – sempre nel rispetto dei rispettivi ruoli – un caposaldo indissolubile della portualità italiana.

Il Comandante Generale Carlone, nel sottolineare la recente sottoscrizione di un protocollo d’intesa con Federagenti per implementare al meglio il sistema European Maritime Single Window (EMSWe) di cui la Guardia Costiera è Autorità Nazionale competente, ha precisato come “l’occasione di incontro promossa dalla Federazione confermi il ruolo centrale delle Capitanerie di porto nel quotidiano confronto con gli agenti marittimi. È obiettivo comune, nel solco di una virtuosa sinergia tra pubblico e privato, perseguire insieme quel processo di semplificazione delle procedure burocratiche – su cui la Guardia Costiera è fortemente impegnata – che ci sta rapidamente portando a sostituire le carte e i registri con un clic su un tablet. Le nostre parole d’ordine devono essere infatti digitalizzazione e semplificazione, e lavoriamo con convinzione per conseguire questi risultati nell’ottica di agevolare i trasporti marittimi e ridurre gli oneri amministrativi a carico delle compagnie di navigazione”

Il Presidente Santi ha ribadito “l’importanza strategica di una collaborazione con il Corpo delle Capitanerie che si traduce in un costante upgrading professionale anche per i dipendenti delle agenzie marittime”. Tema che ha per altro trovato conferma nell’intervento del Prof. Daniele Popolizio sul tema “Vincere nel lavoro, vincere nella vita: l’importanza della squadra e della leadership”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here