Il Treaking Ghitto dei Sibillini

208

Dal 7 luglio tre percorsi includono Marche ed Umbria nella nuova tendenza del turismo nazionale: tra paesaggi naturali, panorami stellati, sentieri antichi e merende della tradizione locale

Muoversi, assaporare paesaggi incantati, gustare le più squisite specialità gastronomiche di luoghi senza tempo. E’ il paradiso dei camminatori golosi e nuovo  trend vacanziero che oltreconfine chiamano “On foot, with food tourism. L’enogastronomia sposa sempre più spesso il turismo escursionistico e le camminate accompagnate dal piacere di addentare le più invitanti meraviglie della buona tavola stanno coinvolgendo un numero sempre maggiore di curiosi che approdano nella nostra Regione.  Merito della crescita del numero dei passeggiatori sportivi, dediti a visitare i luoghi più impervi calzando scarpe ad hoc, oggi,  oltre ventimila persone in più rispetto allo scorso anno,  (148.000 contro 123.000). La variante per bongustai di un passatempo che in Italia, oggi coinvolge, 2,7 milioni di individui, è appunto il fenomeno del golo-trekking,  ossia l’ideazione di itinerari in grado di  prendere, letteralmente, per la gola.  La nuova tendenza degli appassionati arriva nelle Marche grazie ad un’estate di panorami mozzafiato e profumi sublimi.  Il “trekking ghiotto” dei Sibillini è un’iniziativa che comprende tre appuntamenti straordinari, con la collaborazione di due guide accreditate AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali  Escursionistiche) Nicola Pezzotta e Luca Marcantonelli, e le Merende Monterotti a chilometro zero,  opera  del pluripremiato salumificio di Sarnano,  noto per il riconoscimento al miglior salume spalmabile IGP e per il tradizionale metodo “Profumo di bosco” che unisce la stagionatura naturale artigianale alla selezione di allevamenti rigorosamente locali.  Tre gli scenari per viaggiatori curiosi e amanti del buono. Si parte il 7 luglio nell’Ascolano,  ( dalle 9:30  alle 16:30)  con la scoperta del territorio di Montegallo  nel Parco Nazionale dei Sibillini.  Vie cariche di stupore condurranno verso antiche  fonti d’acqua e storici sentieri montani sino ad incontrare inebrianti fragranze, nei pressi delle coltivazioni di lavanda al cospetto del Monte Vettore. Il secondo appuntamento, il 21 luglio (dalla 9:30 alle 16:30),  nella provincia di Macerata, prevede d’intraprendere i sentieri boschivi che guidano alla Valle dell’Acquasanta, dove si trovano le omonime e stupende cascate.  L’appuntamento di chiusura è in notturna e consentirà di osservare le stelle cadenti, il 10 agosto (19:30-23:30)  in uno dei punti più limpidi dei Sibillini, con l’esperto astrofilo e guida AIGAE  Stefano Properzi, attraversando la traiettoria luminosa e suggestiva  che dal Valico di Castelluccio di Norcia (Perugia) giunge a  Colle Le Cese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here