Si è conclusa domenica la settima edizione di UlisseFest: tutti i numeri della settima edizione

168
100 ospiti, 50 appuntamenti, 4 giorni (e 3 anteprime) dedicati al racconto del mondo, i concerti di Vasco Brondi, Malika Ayane e il dj set di Skin.
Moltissimi gli ospiti di fama internazionale, tra questi: Alessandro D’Avenia, Gianluca Gotto, Umberto Galimberti, Edoardo Buffoni, Giovanni Caccamo & Valeria Solarino, Giobbe Covatta & Paola Catella, Pietro Del Soldà con Valerio Corzani & Erica Scherl, Omar Di Felice, Tom Hall, Alex Kerr, Doris Zaccone, Marzio G. Mian, Simone Pieranni, Peppe Servillo, Federico Rampini e Dario Vergassola e tanti altri che hanno confermato anche quest’anno l’impegno a ragionare, incontrarsi e discutere su temi che riguardano tutti.
“Una prima edizione così partecipata non l’abbiamo mai avuta. Oltre alle migliaia di persone accorse alla nuovissima Arena sul Mare per gli spettacoli, al tutto esaurito per Federico Rampini e Peppe Servillo, 1.300 persone si sono riunite per ascoltare il viaggiatore scrittore Gianluca Gotto. – commenta il direttore di Lonely Planet-Italia Angelo Pittro – È qualcosa che rimarrà nella storia del festival e della città, credo. E poi ci ha dato grande soddisfazione il successo di incontri che affrontavano argomenti più specifici, come il racconto del viaggio in Russia di Marzio Mian durante la guerra, il racconto dei tanti viaggi della signora dei deserti, Carla Perrotti o quello dedicato alla cartografia di Luigi Farrauto. Tanto pubblico ma soprattutto tanta attenzione, tanto interesse. Le persone  che abbiamo incontrato in giro per Ancona ci hanno incoraggiato ad andare avanti e noi raccogliamo l’invito, mettendoci subito al lavoro per la prossima edizione. Insomma, il viaggio continua: UlisseFest ha trovato una nuova casa.”

“Con l’UlisseFest Ancona ha in quattro giorni guardato il mondo attraverso i viaggi, i racconti e la musica. E’ stata una occasione per riscoprirci attraverso occhi che ci vedevano per la prima volta e per farci scoprire quindi da chi ad Ancona non era mai stato. E’ stata anche una occasione per parlare di turismo, di accoglienza e delle tante realtà imprenditoriali legate a questo mondo. Un sistema economico su cui abbiamo ancora molto da lavorare ma che ci trova pronti ad intraprendere nuove sfide.” dichiara il sindaco di Ancona Daniele Silvetti.
“Quattro giorni di eventi, spettacoli, convegni, cultura. Quattro giorni con Ancona protagonista assieme alle sue bellezze paesaggistiche, storiche, artistiche, con l’Ulisse Fest che però non si esaurisce con gli ultimi appuntamenti di oggi, ma che rappresenta l’inizio di un percorso di crescita anche turistica in collaborazione con Lonely Planet. Migliaia e migliaia di spettatori dal vivo, milioni di contatti raggiunti grazie alle vetrine dei social, una visibilità mai vista prima. Un’esperienza stimolante, eccitante e costruttiva per il cammino verso la trasformazione della nostra Città da luogo di passaggio a destinazione turistica. Parlando con i blogger, gli instagrammer, i giornalisti, ma anche con i semplici visitatori, abbiamo avuto la conferma non solo di quanto il nostro territorio sia pieno di luoghi di interesse turistico, ma anche della capacità di accoglienza dei nostri operatori ed anche dei comuni cittadini che si sono fatti coinvolgere da un’ottima organizzazione. Ringrazio a questo proposito Angelo Pittro e tutto il suo staff, così come Andrea Ciccarelli Presidente di Ancona Servizi e tutto il personale del Comune di Ancona, del Turismo, della Cultura e dei Grandi Eventi, che sono riusciti a garantire lo svolgimento tranquillo e coordinato di tutti gli appuntamenti nonostante fossero diffusi in così tanti contenitori diversi. Appuntamento al prossimo anno, con l’intento di migliorare ulteriormente il programma e proporre anche altre location tra le tante che la nostra Ancona può offrire.” dice Daniele Berardinelli, assessore al Turismo del Comune di Ancona.
“Con UlisseFest e con il grande successo di pubblico che questo grande evento ha riscosso, un altro pezzo del cuore della città ha ricominciato a battere. L’Arena sul Mare è diventata realtà, e si delineano in modo sempre più netto il valore e la bellezza del capoluogo delle Marche. In queste serate la città era finalmente piena di persone: una grande novità per Ancona, che normalmente in passato d’estate si svuotava. Abbiamo voluto un festival per la città, per i cittadini e per i turisti, un’apertura sottolineata anche dai prezzi popolari, e quindi accessibili a tutti, degli eventi a pagamento. In questi giorni intensi e bellissimi, inoltre, tutti abbiamo avuto l’opportunità e il piacere di percorrere e scoprire la città in molti dei luoghi più suggestivi: le vie, le piazze, gli spazi pubblici e privati. E anche questo è un sogno che si sta realizzando, grazie all’impegno, alla professionalità e alla passione di molte persone che con generosità si sono spese in questi giorni. Per questo ringrazio tutti: LonelyPlanet e gli organizzatori di UlissFest, guidati dall’entusiasmo e dalla competenza di Angelo Pittro, l’Autorità di Sistema del Mare Adriatico Centrale che ci ha supportato, il sindaco e tutta la giunta, che ha creduto in questa scommessa, i tecnici e i dipendenti comunali che si sono impegnati senza risparmiarsi per la riuscita di tutti gli eventi, gli operatori del territorio, gli sponsor e, soprattutto, gli artisti, gli intellettuali, gli ospiti che ci hanno regalato una kermesse che sicuramente Ancona non dimenticherà”. Commenta Angelo Eliantonio assessore ai Grandi Eventi del Comune di Ancona
Il tema di questa settima edizione è stato Esplorando l’ignoto. È questo ciò che accade quando ci mettiamo in viaggio. Lo sa l’Ulisse di Dante quando sceglie di rimandare il proprio ritorno a casa per fare nuove esperienze e lo sa chiunque si sia allontanato, spinto dal desiderio di evadere dalla routine, di raccontare mondi nuovi o semplicemente cercare nuove occasioni. Come fece Marco Polo, di cui quest’anno ricorrono i 700 anni dalla morte, o Tiziano Terzani, di cui si celebrano i 20 anni dalla scomparsa. Ma la ricerca dell’ignoto evoca anche il gusto per la sfida, il bisogno di reinventarsi altrove o semplicemente la spinta a partire, qualunque sia la destinazione, per il puro piacere di andare.
È tornata anche quest’anno la Lonely Planet Academy che è stata l’occasione per ripercorrere e studiare i linguaggi attraverso i quali ogni giorno parliamo di viaggi con i nostri lettori. Le ricerche sul campo degli autori, la conversione delle loro ricerche in guide cartacee, la genesi dei contenuti veicolati sul web e sui social media, la scrittura di un podcast e di un reportage giornalistico, ma anche la produzione video sono stati gli argomenti trattati nell’Academy.
Il festival è stato ideato e organizzato dalla casa editrice EDT, partner di Lonely Planet per l’Italia, in collaborazione con il Comune di AnconaAncona Servizi e il Museo Omero. Tra i media partner Radio CapitalDOVE e l’associazione Igers Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here