Ambiente: De anna Ee il comune di Latisana su Tagliamento

390

Latisana, 11 mar – L\’assessore regionale all\’Ambiente, Elio De Anna, ha voluto incontrare e ascoltare tutte le componenti dell\’amministrazione comunale di Latisana per sentire l\’espressione della comunità locale sul problema della messa in sicurezza del fiume Tagliamento e iniziare un percorso risolutivo della vicenda. Ieri sera De Anna ha infatti affrontato l\’argomento nella sede municipale della località della Bassa friulana, assieme alla giunta comunale, guidata dal sindaco, Micaela Sette, e al Consiglio comunale, convocato sull\’argomento Erano presenti anche il sindaco di Ronchis Vanni Biasutti e il consigliere regionale Daniele Galasso, già sindaco del comune limitrofo, che ha condiviso il dramma delle esondazioni degli anni '60.
In apertura della riunione il sindaco di Latisana, Sette, aveva ripercorso il lungo e travagliato cammino degli interventi definitivi per la prevenzione delle esondazioni del fiume e ricordato i lavori già eseguiti e quelli in atto, finanziati dalla Regione. Tra essi le opere di laminazione degli argini e l'allargamento dell'alveo, nonché l'innalzamento del ponte della ferrovia. Interventi che consentiranno di trasferire il livello di rischio, in caso di piena, dal pericolo di rottura degli argini a quello di tracimazione delle acque.
De Anna ha potuto prendere atto della compattezza degli amministratori locali sull'esigenza di avviare gli interventi
previsti dalla legge nazionale per dare sicurezza all'abitato di Latisana, ovvero la creazione delle casse di espansione nella parte alta del corso del fiume, con lo scopo di poter ritardare la discesa delle piene verso il mare, favorendo un regolare deflusso delle acque nell'Adriatico.
A conclusione della riunione, l'assessore regionale ha così anticipato alla cittadinanza latisanese un percorso volto a far condividere le scelte dalle comunità interessate, piuttosto che a dividere la popolazione delle diverse zone rivierasche del fiume.
De Anna ha anche chiesto agli amministratori di Latisana che gli concedano ancora un ragionevole periodo di tempo per poter comprendere le ragioni del dissenso alla creazione delle casse di espansione espresso di recente da parte di altre comunità che a suo tempo non avevano affatto manifestato contrarietà a tali opere.
Per compiere tale verifica De Anna ritiene di costituire dapprima un tavolo di lavoro di carattere politico, quindi uno di carattere tecnico, che dovranno poi far convergere i risultati della loro analisi e mediazione all'Autorità di bacino, cui spetta decidere come intervenire sul fiume.
Per assicurare un'accelerazione all'iter per l'esecuzione delle opere per la messa in sicurezza del fiume, De Anna proporrà la nomina di un commissario esterno alla Regione, che sarà indicato dal Governo su proposta del Presidente Tondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here