Cultura: Molinaro a congresso internazionale su 700 italiano

606

Si è aperto questa mattina all\’Università di Udine, alla presenza dei maggiori specialisti ed accademici italiani ed europei, il congresso internazionale \”La Repubblica delle Lettere, il Settecento italiano e la Scuola del secolo XXI\”. I lavori del convegno, organizzato dalla Scuola di specializzazione per l\’insegnamento nella scuola secondaria (Ssis) dell\’Università di Udine, con la collaborazione scientifica dello storico Collège de France ed il sostegno dell\’Amministrazione regionale, sono stati introdotti dal rettore Cristiana Compagno, dal direttore della Ssis, Claudio Griggio, dal preside della facoltà di Lettere, Andrea Tabarroni, e dal direttore del dipartimento di Italianistica dell\’ateneo friulano, Gianpaolo Borghello. Prima della prolusione, affidata al celebre storico e saggista Marc Fumaroli, accademico di Francia e membro del Collège de France, ha preso la parola l'assessore regionale alla Cultura, Roberto Molinaro, complimentandosi per l'iniziativa "che – ha sottolineato – si inquadra all'interno di un progetto articolato con competenza e passione dal prof. Griggio" per studiare un'epoca, quella settecentesca, a cui guardare oggi con "nostalgia e distanza" per approfondire una delle stagioni culturali più ricche dal punto di vista umanistico e letterario.
"Questo congresso rappresenta non solo un alto momento di dibattito accademico, ma anche un importante spunto di attualità – ha commentato Molinaro – per capire la nascita e la natura di movimenti che ancora influiscono sulla storia, cultura e società dell'Europa allargata: è proprio nel Settecento, infatti, che si è avviata la circolazione delle idee, che si è diffusa la contaminazione e l'influsso di culture e teorie diverse che hanno aperto la strada a profondi rinnovamenti nella storia dei nostri territori".
Il convegno, in svolgimento fino al 10 aprile a palazzo Antonini, sarà anche occasione per approfondire la dimensione didattica: sabato 10 verranno illustrate varie esperienze di insegnamento nelle scuole e nei licei.
"Attendiamo anche da questo congresso – ha detto Molinaro – un contributo importante al confronto in corso che investe il mondo della scuola, attraversato dalle novità introdotte dalla riforma ministeriale" .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here