Trasporti: Riccardi, evidente la resa del volo Ronchi-Milano

584

Dal prossimo 4 ottobre saranno operativi i voli Alitalia diretti Ronchi-Milano Linate e Ronchi-Genova. Due i voli giornalieri previsti per e da Milano Linate, salvo il sabato e la domenica, quando il volo sarà unico. Dal lunedì al venerdì è previsto ogni giorno un collegamento Ronchi-Genova. I nuovi voli sono stati presentati questa mattina a Trieste, nella sede del Palazzo della Giunta, dall\’assessore regionale alla Mobilità e Infrastrutture di trasporto, Riccardo Riccardi, dal presidente di Aeroporto Friuli Venezia Giulia, Sergio Dressi, e dal direttore marketing & network di Alitalia, Andrea Stolfa, che ha confermato come l\’avvio dei voli \”concluda un percorso di partnership strategica che dura da oltre un anno\”. \”Dopo 12 anni la regione si ricollega alla capitale economica del Paese\” ha detto Dressi, che ha rilevato come tale carenza abbia \”penalizzato la crescita delle imprese e la capacità di attrazione dell\’intero territorio\” e ha sottolineato l\’impegno della Regione nel rilancio dello scalo. \”Il collegamento con Linate è un risultato rilevante, di cui sarà presto evidente la resa in rapporto ai costi, un obiettivo al quale abbiamo creduto e per cui abbiamo lavorato\” ha detto Riccardi, sottolineando il ruolo determinante del ministro Altero Matteoli, \”che ha indicato ad Alitalia l\’importanza del collegamento Trieste-Milano\”. L\’assessore ha quindi ricordato quanto è stato fatto per salvaguardare l\’aeroporto dal diventare uno scalo di serie C, rimuovendo una struttura societaria frammentata che aveva poche possibilità di dare, in prospettiva, garanzie di tutela degli investimenti. \”Oggi – ha continuato Riccardi – la Regione è azionista di controllo, tutte le risorse necessarie ad assicurare operatività, occupazione ed equilibrio sono garantite e bisogna stare sul mercato, trovando le soluzioni che il mercato richiede\”. \”Questo – ha affermato – è un aeroporto che può porsi l\’obiettivo di 1 milione di passeggeri l\’anno anche definendo alleanze strategiche solide, che consentano tra l\’altro offerte complementari a quelle fatte da altri scali\”. Tra le partnership quella con la Save è, secondo Riccardi, un\’ipotesi possibile, ma non esistono preclusioni per altre opportunità. Con il collegamento di Milano, intanto, si dà una risposta \”al giusto e legittimo grido di allarme che più di un anno fa – ha ricordato Riccardi – la comunità economica e finanziaria di questa regione aveva lanciato sul rischio di marginalizzazione del Friuli Venezia Giulia\”. Stolfa ha ipotizzato che in regione il traffico passeggeri Alitalia cresca del 6-7 per cento, arrivando a 345 mila passeggeri l\’anno. L\’esponente di Alitalia ha sottolineato le potenzialità del Friuli Venezia Giulia in chiave sia economica che turistica per lo sviluppo dell\’azienda e ha confermato l\’ipotesi di un volo Trieste-Parigi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here