Un’iniziativa di Svim, la società di sviluppo della Regione Marche

500

Concorso fotografico “SUSTAINABLE LIVING IN CHANGING ECONOMY”,ecco i vincitori. La giuria, presieduta da Gianni Berengo Gardin, ha selezionato i tre lavori migliori tra i 540 pervenuti. Assegnate anche tre menzioni speciali: c’è anche un marchigiano Esprimono la potenza e allo stesso tempo la grazia delle nuove tecnologie verdi le foto vincitrici del concorso “Sustainable living in changing economy”, promosso da Svim, la società di sviluppo della Regione Marche. La giuria, presieduta dal maestro della fotografia Gianni Berengo Gardin, ha decretato le opere vincitrici, al termine della selezione dei 540 lavori pervenuti.

Per la sezione di concorso “Nuova Economia – Green Economy: valori culturali e opportunità” vincitori ex equo sono “Veduta aerea” di Cristina Patuelli (Ravenna) e “Mulini a vento in campagna” di Silvia Alvarez Adalia (Roma). Lo scatto di Patuelli è stato scelto per il forte impatto emotivo e il rigore grafico; la foto della centrale fotovoltaica, si precisa nelle motivazioni, “richiama l'elemento della serialità, allude alla potenza industriale contenuta nella tecnologia solare che si può dispiegare, mantenendo una compatibilità ambientale, nei contesti adatti, cioè dove esistono spazi già antropizzati, in cui i pannelli possono essere inseriti anche in quantità consistenti senza controindicazioni”.

“La foto in notturna delle pale eoliche – commenta la giuria per l’opera di Silvia Alvarez Adalia – apre, anche visivamente, una finestra su un futuro possibile. Mostra una tecnologia che si inserisce con grazia nel contesto, richiamando forme presenti in natura. Le rinnovabili come parte del paesaggio quotidiano, elemento di artificialità che viene assunto nel senso comune dell'estetica. Dopo decenni di invasione di capannoni industriali, villette a schiera e ripetitori che hanno aggiunto senza nulla togliere, siamo di fronte a un inserimento antropico a cui corrisponde finalmente una sottrazione, quella delle centrali a combustibili fossili”.

Per la II sezione di concorso, “Viaggio nella sostenibilità”, la preferenza è andata all’opera di Anna Ambrosi (Milano): “La foto del vulcano, carica di suggestione, rende bene l'idea della potenza della natura che, nonostante la pervasività di un inquinamento che lascia le sue tracce anche ai Poli, sa ancora farsi apprezzare. Il successo del turismo natura, che in Italia rappresenta un segmento in crescita continua nonostante la crisi generale e la flessione della competitività turistica del Paese, ne è una dimostrazione”.

Menzione speciale, inoltre, a “Cloro-Fille (Camerun 2010)” di Marco Mancini (Porto San Giorgio), “Voglia di volare” di Enzo Zanni (Reggio Emilia) e allo scatto di Giovanni Presutti (Firenze) sull’Ecovillaggio di Findhorn (Scozia). Nella categoria junior non è stato assegnato alcun riconoscimento, a causa della scarsa attinenza ai temi rilevata dalla giuria.

Sabato 12 marzo ad Ancona si svolgerà la premiazione ufficiale, nell’ambito di un evento pubblico dedicato ad una riflessione sul tema oggetto del concorso.
Sustainable living in changing economy” è promosso da Svim per sensibilizzare sui temi della transizione energetica e dei processi innovativi indotti dalla Green Economy; ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Regione Marche, del Kyoto Club e di Alleanza per il Clima Italia ed è realizzato nell’ambito del progetto europeo SetCom, finanziato dal Programma Intelligent Energy Europe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here