Raccolta carta, l’Emilia Romagna è la prima della classe

639

A livello provinciale Bologna è penultima, mentre Rimini è la più virtuosa.
L'Emilia-Romagna prima delle classe nella raccolta di carta e cartone. Nel 2010 sono state raccolte, infatti, oltre 368mila tonnellate di materiale cellulosico, con una media di 87,7 kg di raccolta procapite.

Sono questi i numeri del 16esimo rapporto pubblicato da Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base di cellulosa. "Grazie all’incremento delle quantità raccolte (quasi 21.000 tonnellate) – ha sottolineato Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco -, l’Emilia Romagna ha aumentato le sue performance del 6% rispetto al 2009 ed e’ diventata la Regione più virtuosa d’Italia".

Ecco, invece, il quadro a livello provinciale: la piu’ virtuosa è Rimini con oltre 131 kg/ab di raccolta procapite; seguono, a poco distanza, Forli’ con oltre 123 kg e Piacenza con 117. Piu’ distaccate ma comunque su alti livelli Ravenna (105 kg/ab), Reggio Emilia (96), Parma (78,4), Modena (74,2), Bologna (64,7) e Ferrara (59,1).

Fare la raccolta differenziata, ha ricordato il Comieco, fa bene all’ambiente in quanto consente, ad esempio, di ridurre le emissioni di CO2, ma anche di ottenere notevoli benefici in termini economici (per i mancati costi di discarica, ad esempio) e sociali (nuovi posti di lavoro connessi al riciclo): "Dal 1999 al 2010 in Emilia Romagna, grazie alla raccolta differenziata di carta e cartone, i benefici economici hanno superato i 360 milioni", ha spiegato Montalbetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here