Regione e Provincia di Bologna diffondono l’utilizzo del REPAC

516

Sottoscritto un protocollo per promuovere ulteriori livelli di sicurezza e introdurre il REgistratore delle Presenze Autorizzate nei Cantieri della Variante Autostradale di Valico. Per sviluppare strategie di prevenzione rivolte alla tutela e alla sicurezza sul lavoro e alla legalità nel settore edile e delle costruzioni a committenza pubblica la Regione Emilia-Romagna metterà a disposizione della Provincia di Bologna le credenziali per l’accesso al servizio REPAC per il monitoraggio dei cantieri edili e di ingegneria civile situati all’interno del territorio provinciale bolognese.

Miglioramento delle condizioni di sicurezza e regolarità lavorativa, semplificazione amministrativa tramite l'uilizzo di strumenti informatici, legalità applicata alla semplificazione degli adempimenti normativi, riduzione degli oneri amministrativi per le imprese. Questi gli obiettivi del Protocollo d'intesa approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 293 del 14 marzo 2012, il cui documento tecnico, che definisce le modalità di applicazione del REPAC nei cantieri della Variante Autostradale di Valico è stato sottoscritto il 21 marzo presso la sede della Provincia di Bologna.

La sottoscrizione ha concluso il complesso lavoro di concertazione svolto nell'ambito del “Tavolo Provinciale per la sicurezza nei cantieri della Variante Autostradale di Valico”. Il documento tecnico è stato siglato da: Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, Autostrade SpA, INAIL, Azienda USL, Direzione territoriale del lavoro, organizzazioni sindacali di settore e dalle principali aziende che operano nei cantieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here