Il Salone di Venezia…nel parco

749

Aumento del 30% degli espositori rispetto all’edizione 2011, +30% di barche in mostra, una superficie espositiva lorda che sale a 65 mila metri quadrati, 13 mila dei quali adibiti ad area mare rispetto ai 50mila totali lordi dell’anno scorso. I dati parlano chiaro: il nuovo salone nautico di Venezia, quest’anno in abbinata con il NauticShow (a Jesolo fino all’anno scorso) è stato riconosciuto dalle aziende di settore come la manifestazione su cui puntare per il rilancio della nautica. Una nautica da vivere, alla portata di tanti se non di tutti, non più solo appannaggio del lusso.
Quello che l’anno scorso – prima volta a Parco San Giuliano – qualcuno definiva in toni un po’ sarcastici “il Salone delle barchette” è diventato per tutti “il Salone nel Parco”, espressione che richiama il piacere per la vita all’aria aperta e la natura. Nautica come stile di vita, dunque, non solo lifestyle e un format che si focalizza sulle imbarcazioni fino ai dieci metri, al “primo acquisto” e alla barca per il weekend con la famiglia o gli amici. “La scelta di concentrarsi su questo segmento di mercato si era dimostrata vincente già nella scorsa edizione ma quest’anno trova ulteriore forza a seguito del varo di una tassa che colpisce le imbarcazioni superiori ai dieci metri”, afferma Lorenzo Pollicardo, curatore della manifestazione. “Ad aiutarci è inoltre il periodo di svolgimento della manifestazione: Aprile è infatti il momento migliore per l’acquisto della piccola o media imbarcazione pronta all’uso, senza tenerla ferma per mesi in inverno”. Piccole imbarcazione, curate nei dettagli, performanti, con un
occhio all’ambiente. Spesso opera di giovani designer e ingegneri. Tra i gioielli in esposizione si segnala Calypso 12, prototipo smontabile di imbarcazione multiuso, a vela o a motore, ideata dal giovane progettista veneziano Nicola Scopelliti, recentemente diplomatosi nel master in Architettura della Nave e dello Yacht dello IUAV (l’Università di Architettura di Venezia), da anni partner del Salone Nautico. Giovani sono anche i fratelli Giorgetti, presenti al Salone con due motoscafi: il 535 Sport, catamarano ideale per pesca e lavoro, e il 535 Corsa, lancia elegante per chi ama la navigazione sportiva in tutta sicurezza. E ovviamente marchi noti e prestigiosi: in evidenza sono i nuovi modelli di casa Absolute, Boston Whaler, Manò Marine, Eolo, Viko, Rinker e Quicksilver con i nuovi nati della gamma Activ. Piccola nautica, dunque, ma senza tralasciare imbarcazioni più grandi e performanti.
In tal senso è rilevante la presenza di Rio Yachts, per la prima volta a Venezia grazie a Nautica Bibione nuovo concessionario esclusivo del marchio per Veneto e Friuli. Importante è poi il ritorno del marchio Cranchi che a Venezia presenta tre modelli. Particolarmente preziosa è poi il ritorno, dopo quattro anni di assenza, dello storico
cantiere veneziano Dalla Pietà Yacht. E’ un ulteriore segnale del rilancio di questo prestigioso marchio dopo la crisi che ha colpito l’azienda nel 2009 e la conseguente acquisizione da parte della colosso cinese Millenium Marine che ha comunque mantenuto sede produttiva a Malcontenta e maestranze veneziane.
Dalla Pietà Yacht, che non ha imbarcazioni in mostra, è presente con uno stand e un modellino del nuovo Dalla Pietà 70, fly extra lusso di oltre 20 metri di lunghezza, il cui primo esemplare è stato venduto lo scorso settembre al Salone di Cannes. Il Salone di Venezia è anche l’occasione per un primo passo nella costituzione di un Osservatorio della Nautica del Veneto in grado non solo di mettere a sistema i numerosi dati raccolti da istituzioni, organi camerali, associazioni e aziende, ma anche di contribuire ad indirizzare l’azione dei decisori e del mercato.
L’Osservatorio, la cui esigenza era emersa in un incontro tra istituzioni, associazioni e imprese, tenutosi a metà marzo presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, è stato presentato al pubblico del Salone e ha gettato le basi per la costituzione entro l’anno.

Venice boat show… in the Park
Expositors increase of 30% if compared to the past edition, +30% of boats showed, a big exposition surface that covers 65.000 sqm. The data show: the new nautical Venice boat show, this year with the Nautic Show (which until last year was held in Jesolo) has been recognized by the experts like the show on which to bet about the development of the nautical sector. Lorenzo Policarpo coordinator of the exhibition has declared: “The choice to focus ourselves on this part of market has been winning already in the last edition, this year it has an important meaning after the introduction of a tax for yachts over ten meters, for us is very important the period of the manifestation: April is in fact, the better moment for purchase small or medium boat. Small boats, with many details and a particular attention for the environment, thanks to the work of young designers and engineers. Among the jewels exposed there is Calypso 12 removable prototype of multifunction boat, sailboat or with engine, realized by the young planner Nicholas Scopelliti. Obviously there are many famous and prestigious brands: like the new models of Absolute, Boston Whaler, Manò Marine, Eolo, Viko, Rinker and Quicksilver with the new creations of the Active range. Particularly important it’s the return, after four years of absence, of the historical Venice yard Dalla Pietà Yacht. It’s an important sign for the yard, after the crisis that has involved the company in 2009. Dalla Pietà Yacht it’s present to the exhibition with a stand and a small model of boat called Dalla Pietà 70, fly extra luxury yacht with a length over 20 meters whose first model has been sold last September during the exhibition held in Cannes.

www.salonenauticodivenezia.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here