Un veneto più biologico fa bene a salute ed economia

380

Si chiama “Per un Veneto più biologico”; è un progetto che punta a promuovere e valorizzare i prodotti agroalimentari biologici del territorio, diffondendone il consumo nelle scuole e nella ristorazione collettiva, finanziato con fondi del Ministero delle Politiche Agricole e realizzato dalla Regione con la collaborazione della Provincia di Venezia e delle Azienda ULSS N. 2 – Feltre, n. 4 Alto Vicentino, n. 12 Venezia e n 19 – Adria. I contenuti dell’iniziativa sono stati presentati stamani a Venezia dall’assessore regionale alla promozione, presenti i rappresentanti delle istituzioni interessate e delle associazioni del biologico AIAB Veneto e A.Ve.Pro.Bi.,
Il progetto si articola in più azioni a livello locale, con attività formative in classe e la diffusione di materiale didattico per bambini e materiale promozionale per i consumatori. Le iniziative si chiamano: “Pappamondo 4: viaggio intorno all’alimentazione dei bambini da 1 a 11 anni” a cura dell’AUSSL n. 2; “Coloriamo la nostra tavola” e “Canestro per maestro” dell’AULSS n. 4, “Merenda sana a scuola” dell’AULSS n. 12; “Nutrilandia” dell’AULSS N. 19. Tutte queste azioni si concluderanno con una festa, delle quali la più significativa sarà “Bio Veneto in piazza”, il 3 giugno, nella Piazza dei Signori di Vicenza, aperta a tutti i cittadini e alla quale parteciperà lo stesso assessore regionale.
“L’obiettivo – ha spiegato l’assessore – è di accrescere la conoscenza delle produzioni biologiche, che rispondono a regole di qualità e controlli molto stringenti e che sono elementi importanti per una alimentazione sana e consapevole. Ma è anche un’occasione e un’opportunità per valorizzare il nostro agroalimentare bio e la salubrità dei territori dove si producono”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here