Aziende: la partecipazione veneta a Matching 2012

523

Un laboratorio per l’internazionalizzazione e l’innovazione delle imprese. Così si propone Matching, giunto quest’anno alla VIII edizione, evento di business promosso dalla Compagnia delle Opere che si svolgerà dal 26 al 28 novembre nel quartiere fieristico di Milano-Rho, con l’obiettivo di creare relazioni, incontri fra imprenditori, una rete che permetta, soprattutto alle piccole e medie imprese, di poter sviluppare al meglio il proprio business. Sono state 2.400 le imprese che hanno partecipato all’edizione 2011, di cui circa un’ottantina venete, dando vita a oltre 50.000 incontri di business che hanno coinvolto tutte le filiere presenti a Matching, tra cui agroalimentare, edilizia, energia e ambiente, innovazione, meccanica, sanità. Quest’anno c’è anche la finanza. Le novità dell’edizione 2012 e la partecipazione delle aziende venete alla manifestazione sono state presentate oggi a Palazzo Balbi a Venezia dall’assessore regionale allo sviluppo economico, ricerca e innovazione Isi Coppola, da Responsabile Rapporti Istituzionali di Matching Daniele Tagliabue e dal Presidente dell’Associazione Compagnia delle Opere del Veneto Luca Castagnetti.
In un mercato globale sempre più complesso e imprevedibile, in cui domina la competizione – ha detto Tagliabue – per l’impresa è fondamentale costruire una rete di relazioni che la aiuti nel processo di sviluppo e di cambiamento. Ma la caratteristica di Matching è che ogni impresa che partecipa all’evento viene accompagnata da un referente locale dell’organizzazione. Si tratta quindi di una partecipazione strutturata, supportata da un lavoro preparatorio che consente alle aziende di ottenere durante la manifestazione risultati immediati in termini di presentazione del prodotto e di contatto diretto con potenziali fornitori e clienti. Castelletti ha sottolineato il ruolo della Regione per favorire la partecipazione di aziende venete a questa manifestazione unica ne l suo genere. “Vogliamo aiutare le imprese – ha aggiunto – a saper affrontare un mercato che cambia con una velocità a cui nessuno era abituato prima”.
Da parte sua l’assessore Coppola ha fatto presente che è il terzo anno che la Regione aderisce a questo progetto, in collaborazione con altre realtà venete come Unioncamere, contribuendo ad un metodo di partecipazione basato su una filosofia di promozione che esula da quelle fieristiche tradizionali. “Il forte invito a partecipare che rivolgiamo alle aziende venete – ha aggiunto – non considera solo le facilitazioni economiche con cui la Regione interviene, ma i riscontri assolutamente positivi che ci hanno comunicato le aziende che hanno già partecipato negli anni scorsi”. “L’idea è di correre insieme per ottenere risultati. Questo è il clima giusto per superare la crisi e dar vita sul territorio a reti di imprese innovative”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here