“Know us” per la competitività dell pmi venete

567

Il progetto “KNOW US per la co-generazione di conoscenza competitiva tra le università e le PMI”, a valere sul Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, si propone di aumentare la competitività delle imprese in settori strategici per l’economia. La Regione del Veneto, con l’assessorato all'economia e sviluppo, ricerca e innovazione, in quanto soggetto capofila ha ora promosso con il contributo dei partner di progetto veneti (Università Ca’ Foscari di Venezia, Camera di Commercio di Venezia e Polo Innovazione Strategica di Portogruaro) l’organizzazione di tre eventi formativi per coinvolgere altre imprese venete potenzialmente interessate ad aderire all’iniziativa.
Gli incontri, a partire dal mese di marzo, si tengono a Marghera, Treviso e Portogruaro e sono organizzati per favorire la massima diffusione dell’iniziativa presso le imprese del territorio e facilitare la comprensione degli strumenti e delle metodologie sviluppate nell’ambito del progetto attraverso la presentazione e la discussione di casi concreti di applicazione.
La prima fase del progetto KNOW US è stata attivata da ottobre 2012 con la raccolta e l’analisi di dati qualitativi in grado di far individuare i cambiamenti intervenuti nelle strategie competitive delle PMI in risposta al contesto di crisi economico-finanziaria nel periodo 2008-2011. Oltre cento PMI venete hanno partecipato a questa indagine preliminare che darà modo di ricevere un primo report di valutazione personalizzato del modello competitivo di ciascuna impresa.
“Si tratta di un ulteriore stimolo alla condivisione e alla co-generazione di conoscenze tra i vari attori del sistema regionale dell’Innovazione – sottolinea l’assessore regionale Isi Coppola. L’obiettivo è incrementare il coinvolgimento e la partecipazione attiva delle imprese, in funzione di un rilancio di alcuni settori dell’economia regionale. Per far recuperare competitività al nostro tessuto economico, va perseguita una strategia di uscita dalla crisi basata su di un lavoro sinergico e rivolto all’innovazione nei modelli di business”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here