Bene il progetto Confartigianato diesel+metano: risparmi del 30% sui costi di installazione e sui consumi di carburante

567

100 imprenditori aderenti a Confartigianato Trasporti, hanno partecipato all\’incontro nell’ambito dei processi sull’innovazione e sulle opportunità offerte dal mercato per abbattere i costi dei carburanti durante il quale è stato presentato il progetto per abbattere i costi del carburante. Non a caso in Italia esiste il prezzo più alto al mondo del gasolio, siamo secondi solo alla Norvegia, carburante questo utilizzato da imprese artigiane, commerciali e di trasporto che movimentano merci ed attrezzature nelle Marche con 140.000 autoveicoli commerciali leggeri e pesanti. In questo contesto Confartigianato ha stipulato un accordo con la Ditta Landi Renzi per abbattere i costi dell’installazione degli impianti a metano su veicoli commerciali diesel con uno sconto del 20/30 sui listini e con il sistema dual fuel – diesel+metano brevettato dalla Landi Renzo sarà possibile risparmiare fino al 30% rispetto al mero costo del solo gasolio.
L’intero progetto è stato presentato, nel convegno sul risparmio energetico e sulla sicurezza stradale riguardante tutti gli imprenditori che operano con veicoli industriali e per l’autotrasporto di merci al quale sono intervenuti i dirigenti della Landi Renzo, Martinelli, l’Assessore Regionale delle Marche all’Ambiente Maura Malaspina il presidente nazionale Federmetano Natali, il presidente della Confartigianato Marche Fortuna ed il segretario di Confartigianato Trasporti Gasparoni. Presenti inoltre i dirigenti dei consorzi e delle Confartigianato Trasporti provinciali, Panzieri di Pesaro, Renzi di Ancona, Pepa e Menichelli di Macerata, Rocchi di Ascoli e Fermo.
Di grande interesse anche la presenza di tre veicoli con impianti a metano che ha premesso agli imprenditori di verificare in diretta sia l'installazione degli impianti che i vantaggi che gli attuali proprietari hanno conseguito.
Confartigianato ha presentato alla categoria specifici prodotti finanziari per sostenere il progetto e precise richieste alla regione per favorire la libera circolazione dei mezzi dotati di impianti a metano anche nelle zone soggette a limitazioni di traffico anche a causa dei provvedimenti emanati per il contenimento delle PM 10 ed un nuovo stanziamento dopo il successo ottenuto dal bando per il rinnovo dei veicoli che ha visto presentate ben 210 domande. Stanziamento che dovrà essere ampliato anche a quanti intendono installare impianti a metano su veicoli diesel.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here