Occupazione giovanile e agricoltura

546

“Si parla sempre di favorire l’occupazione dei giovani, i più penalizzati dalla grave crisi che investe il nostro territorio e fa piacere apprendere che la pubblica amministrazione risponde.” Se ne è parlato il 31 ottobre in Consiglio Comunale, ad Ancona, dove i Verdi hanno presentato una mozione che è stata approvata dall’intero consiglio a esclusione del Consigliere Tombolini.
L’atto impegna l’Amministrazione comunale a svolgere una ricerca per conoscere tutti i terreni agricoli, o a vocazione agricola, inutilizzati di cui il Comune di Ancona è proprietario per poi farli vendere o affittare, a un importo calmierato, a giovani con meno di 40 anni.
“Per noi è un risultato importante – dichiara il capogruppo dei Verdi, Michele Polenta – perché da un lato guarda alla salvaguardia e alla manutenzione dell’ambiente e dall’altro offre nuove opportunità di lavoro ai nostri giovani.”
Secondo un recente rapporto della Coldiretti Marche negli ultimi due anni sono nate circa 200 imprese agricole condotte da giovani con meno di 35 anni. Per il 56% dei giovani che avviano un'impresa, questa rappresenta un'opportunità di lavoro e di costruzione del proprio futuro. Nelle Marche i giovani che lavorano stabilmente in campagna sono circa 8 mila (il 40% di questi è titolare d'azienda)”.
“In questo momento – sottolinea Polenta – la disoccupazione giovanile nella regione ha toccato quota +11,4% (fonte: Istat). Per questo i Verdi, in sintonia con i loro obiettivi e con il programma presentato in campagna elettorale, intendono perseguire tutte le strade per cercare nuove fonti di lavoro per le giovani generazioni, nel rispetto dell’ambiente e del territorio. Avvalersi dell'inutilizzato, favorire la piccola impresa e l'economia, dare la possibilità ai giovani di impegnarsi, affiancandoli in questo cammino – conclude – sono obiettivi che occorre perseguire per rilanciare il territorio di Ancona e di tutta la regione.”
La Mozione dei Verdi prende sostegno dalla legge regionale n. 27 del 24 marzo 2012 sulle: “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività'”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here