Opere di dragaggio nei porti del Friuli Venezia Giulia

619

La Regione ha firmato il decreto di autorizzazione allo sversamento a mare dei sedimenti derivanti dal dragaggio dei canali di accesso al Villaggio del Pescatore (Ts). Il Consorzio per lo Sviluppo industriale di Monfalcone, che è
stato autorizzato alla movimentazione dei sedimenti, avrà il
compito di completare l'iter inoltrando apposita istanza alla
Direzione marittima di Trieste, per il rilascio dell'ordinanza
che dovrà autorizzare i mezzi marittimi di dragaggio, già
individuati attraverso una procedura di gara, e al Compartimento
marittimo di Monfalcone.

La movimentazione dei sedimenti – si tratta di un intervento di
gran lunga più importante rispetto a quelli degli anni precedenti
dato che i quantitativi di escavo attualmente autorizzati sono di
10.000 metri cubi – permetterà di raggiungere la quota
batimetrica di -3,00 metri su tutta la via d'acqua di accesso.
Verrà dunque assicurata la navigazione del canale nella prossima
stagione estiva e si darà risposta alle esigenze delle attività
economiche operanti sul Canale Est-Ovest e alle attività dei
circoli sportivi e nautici del Villaggio del Pescatore.

Il decreto consentirà inoltre di accelerare i lavori dell'escavo
prestando la massima attenzione alle norme in materia ambientale.
La Regione ha infatti eseguito tutti gli approfondimenti sul
progetto che il Consorzio ha realizzato in delega, ottenendo il
parere favorevole dall'Arpa FVG, che ha provveduto ad effettuare
le analisi sui campioni prelevati nella zona di dragaggio e
nell'area di deposito, e dalla Commissione consultiva locale per
la Pesca e l'Acquacoltura dei Compartimenti marittimi di Trieste
e Monfalcone.

Quanto all'intervento, si prevedono due modalità operative
diverse. La parte di materiale prevalentemente sabbioso e
compatibile con la zona di mare denominata "Area 3", per un
quantitativo di 7.070 metri cubi verrà immersa, mentre il
materiale proveniente dalla diramazione del Peschiera, per un
quantitativo di 2.630 metri cubi, sarà conferito all'impianto di
trattamento del Lisert. L'"Area 3" sarà il luogo adeguato ad
accogliere anche i dragaggi futuri, provenienti da aree limitrofe.

Grazie alla proficua collaborazione attivata dalla Regione con il
Consorzio per lo Sviluppo industriale di Monfalcone, il Comune e
tutti gli enti preposti al controllo, ha fatto notare l'assessore
regionale all'Ambiente Sara Vito, si è ottenuto un importante
risultato, ottenuto anche grazie al lavoro congiunto tra le
direzione regionali dell'Ambiente e delle Infrastrutture.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here