Premio Hemingway 2016 ecco i vincitori

642

Il cileno Luis Sepulveda per la letteratura, il filosofo Massimo Cacciari per \”l\’avventura del pensiero\”, il fotografo George Tatge nella sezione racconto per immagini/fotolibro e lo scrittore israeliano Aharon Appelfeld nella sezione \”la vita e l\’opera\” sono i vincitori del Premio Hemingway 2016, promosso dal Comune di Lignano con il sostegno delle Direzioni Cultura e Attività Produttive della Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso la collaborazione con la Fondazione Pordenonelegge.it. Quattro premiati di calibro straordinario, che sapranno
arricchire il confronto e il dibattito culturale, ma anche
permettere di raggiungere una dimensione più internazionale del
premio, in modo da contribuire a un riposizionamento
dell'attrattività della località turistica, ha rimarcato oggi
l'assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti nel corso
della presentazione del ricco programma della trentaduesima
edizione nella sede della Regione a Udine.

Torrenti ha ricordato, anche a nome del vicepresidente della
Regione Sergio Bolzonello, la grande sinergia che da tre anni le
due Direzioni hanno attivato nel comune intento di continuare a
mantenere molto alta l'offerta culturale del Friuli Venezia
Giulia, ma anche di rendere più competitiva e completa l'offerta
turistica della regione, rendendo i grandi eventi fulcro di
attrattività.

Ecco perchè anche quest'anno la giuria, presieduta da Alberto
Garlini e composta da Gian Mario Villalta, Pierluigi Cappello e
Italo Zannier, ha scelto quattro nomi di respiro internazionale
per restituire in un "ritratto in quattro sezioni" la personalità
di Ernest Hemingway.

"Hemingway è stato uno dei grandi della scrittura novecentesca, e
di qui il premio alla letteratura, che ha dedicato però molta
parte della sua opera anche all'autobiografia, e di qui l'idea di
un premio alla vita e all'opera", ha spiegato Garlini, ricordando
anche che oltre a essere stato un reporter di vaglia "fu lui
stesso, attraverso certi indimenticabili scatti, icona del
Novecento: per questo una sezione del premio è dedicata alla
fotografia". Infine, la sua caratteristica di pensatore sempre
avventuroso ha suggerito alla giuria l'idea del premio per
"l'avventura del pensiero".

La serata di premiazione si svolgerà per la prima volta al
Cinecity – struttura più capiente del Kursaal e che quindi
permetterà in una parte della sala l'entrata libera al pubblico –
sabato 25 giugno alle 18. La conduzione sarà a cura di Massimo
Cirri, autore e voce di Caterpillar su Radio2 Rai, affiancato da
Marta Zoboli, talento emergente del programma.

Il pubblico potrà invece incontrare Sepulveda, Cacciari, George
Tatge e Aharon Appelfeld dal 22 al 26 giugno in una serie di
appuntamenti in programma al Centro Congressi. Aprirà il
fotografo di madre italiana e padre americano Tatge, che
dialogherà dell'opera "Italia Metafisica" con lo storico della
fotografia Italo Zannier nell'incontro in programma giovedì 23
giugno alle 18.30, organizzato in collaborazione con "Incontri
con l'autore e con il vino".

"Vita, favola e romanzo" è il tema dell'incontro che vedrà
protagonista Sepulveda a Lignano venerdì 24 giugno, alle 18.30.
La conversazione sarà condotta dal presidente della giuria,
Alberto Garlini. Sempre venerdì, alle 21, Massimo Cacciari
dialogherà invece del suo ultimo saggio "Labirinto filosofico"
con il giornalista Antonio Gnoli.

Sabato 25 alle 11 Gian Mario Villalta condurrà l'incontro con il
grande scrittore Aharon Appelfeld, sopravvissuto alla shoah e che
la giuria ha premiato perchè "nei suoi libri, attingendo in gran
parte a materiale autobiografico, ha raccontato un mondo che
rappresenta un imprevisto capovolgimento culturale rispetto allo
scetticismo e al vuoto che dominano l'orizzonte contemporaneo".
Appelfeld parlerà a Lignano di "Oltre la disperazione", il suo
ultimo libro.

A illustrare oggi anche l'articolato programma di eventi
collaterali che caratterizza la trentaduesima edizione del premio
sono stati il sindaco di Lignano Luca Fanotto assieme
all'assessora alla Cultura Ada Iuri, presente anche la direttrice
della Fondazione Pordenonelegge Michela Zin.

Il cartellone prevede letture aperitivo tratte dai più suggestivi
passi delle opere del grande scrittore americano affidate
all'attore Massimo Somaglino nella Chiesetta S. Maria del Mare
mercoledì 22 giugno alle 18.00 e domenica 26 giugno alle 11.00
sulla Terrazza a mare; sabato 25 giugno alle 21.00 nell'Arena
Alpe Adria si esibirà il Balletto di Siena – in cui è ballerino
solista il lignanese Filippo Del Sal – in "Bajo Los Arboles", un
balletto liberamente ispirato a "Di là dal fiume e tra gli
alberi"; domenica 26 giugno, alle 18 si terrà il convegno
dedicato a "Scrivere a Cuba. Da Hemingway alla letteratura cubana
contemporanea" e alle alle 21 il concerto del musicista cubano
Ernesttico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here