247 vittime, potrebbe esser peggio che all’Aquila

461

Sono 247 i morti accertati del terremoto che martedì notte ha devastato i comuni di Amatrice e Accumoli (in provincia di Rieti) e Arquata del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno). 264 i feriti. 2.500 gli sfollati. I numeri diffusi dalla Protezione civile sono ancora provvisori. Le persone impegnate nei soccorsi sono 5.400.
Peggio che all’Aquila

Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto sono state in sostanza rase al suolo dalle scosse: la prima, fortissima, alle 3.34 nella notte di mercoledì, le altre d’intensità minore ma sempre devastanti, fino all'alba. Poi lo sciame sismico che ha continuato a gettare nel panico la popolazione: fino alle 7 di stamane sono state registrate 460 scosse; solo 2 hanno superato 5 di magnitudo, una è la scossa principale. E ora si teme che il numero delle vittime possa superare quello del tragico terremoto dell'Aquila del 2009 che fece 309 vittime. "Ci auguriamo di no, però dobbiamo essere pronti. Se accadrà, non saremo sorpresi. Però speriamo di no", ha detto il capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio.

Per le emergenze la Protezione civile regionale delle Marche può essere contattata al numero 840 001111. Ulteriori aggiornamenti sul sito della Protezione civile regionale:http://protezionecivile.regione.marche.it 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here