Forte scossa di terremoto nel maceratese

502

Una forte scossa di terremoto con una magnitudo di 5.4 ed ipocentro a 9.3 km di profondità si è verificata nell’Appennino centrale a cavallo fra le regioni Umbria e Marche. Il distretto sismico è quello di Macerata e i centri abitati più vicini all’evento sono quelli di Castelsantagelo sul Nera, Visso e Ussita per le Marche e Norcia per l’Umbria. La scossa molto forte è stata avvertita anche nelle zone terremotate dell\’Ascolano ed è stata avvertita a distanza di molti km e fino sulla costa nelle città di Ancona, Senigallia, Pesaro, Fano e Urbino. Nella zona sono saltate le linee elettriche. Tanta paura e crolli di cornicioni a Visso, in provincia di Macerata. La popolazione si è riversata in strada e sono numerosissime le telefonate ai vigili del fuoco. Non si sa ancora se ci sono stati danni. La forte scossa di terremoto è stata avvertita distintamente anche a Roma. "La corrente è andata via. Continua ancora lo sciame sismico. Sicuramente ci sarà stato qualche crollo. È veramente dura". Così si è espresso il sindaco di Castel Sant'Angelo sul Nera, Mauro Falcucci, a SkyTg24. "Siamo per strada, davanti al comune", ha aggiunto il primo cittadino del luogo più vicino all'epicentro del sisma di poco fa.
Altre due scosse ci sono state poco dopo quella di 5.4: una è stata alle 19.21 con magnitudo 2.4 e l'altra alle 19.24 di 2.5.
Il terremoto di stasera è collegato a quello del 24 agosto nel Reatino. Lo ha detto all'Ansa il sismologo Alessandro Amato, dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here