Protocollo d’intesa per unire le forze

934

Lo scorso 25 ottobre è stato firmato presso la sede ANFIA di Torino un protocollo d’intesa tra la Sezione Aftermarket di ANFIA e ADIRA (Associazione Italiana Distributori Indipendenti Ricambi Autoveicoli). Il protocollo d’intesa ha lo scopo di avviare, in primo luogo, attività congiunte di comunicazione e marketing, nonché iniziative volte alla promozione della filiera dell’aftermarket tramite la condivisione di campagne informative e azioni di sensibilizzazione, nei confronti degli operatori del settore, ma anche dei media e dell’opinione pubblica. Un altro terreno d’incontro tra le due associazioni riguarderà le attività di consulenza e formazione sul quadro normativo di riferimento per il comparto, alle quali si affiancheranno analisi di mercato condivise e, non ultime, attività congiunte di lobby. “Abbiamo mosso i primi passi di questa collaborazione alcuni anni fa e, con il protocollo firmato oggi, entriamo finalmente nel vivo di un programma di attività da svolgere insieme – ha commentato Massimo Pellegrino, Responsabile dell’Area Rapporti con le reti indipendenti di distribuzione aftermarket di ANFIA-Aftermarket. Unire le forze e le competenze dei produttori di ricambi e degli attori della distribuzione in vista di obiettivi comuni da raggiungere, nel rispetto dell’indipendenza delle due associazioni che li rappresentano e della libera concorrenza del mercato, ci consentirà di affrontare al meglio le sfide che l’evoluzione di questa filiera così dinamica ci presenta”.
“Inoltre – ha aggiunto Paolo Vasone Coordinatore della Sezione Aftermarket del Gruppo Componenti ANFIA – la firma di questo protocollo vuole avere l’obiettivo di rendere i membri delle due associazioni consapevoli che la collaborazione e il confronto a livello nazionale, come già avviene in altre importanti nazioni europee, può permettere di affrontare con più forza e rinnovata energia il mutevole assetto nella distribuzione dei componenti automotive il quale, negli ultimi anni, ha visto e vedrà la presenza di nuovi attori, spesso con nuovi modelli organizzativi e di business. L’Aftermarket, in Italia, da oggi è più forte.”
"Soddisfazione per l'intesa raggiunta, viene espressa anche da Bruno Beccari – Presidente ADIRA – per il quale la sottoscrizione del protocollo, rappresenta un riconoscimento importante a conferma della serietà dell'opera svolta da ADIRA nel corso degli anni. Con l'accordo raggiunto, si apre una nuova possibilità di dialogo e collaborazione tra le due associazioni in un momento molto delicato, contrassegnato sia da una forte accelerazione dello sviluppo tecnologico quanto dal crescente interesse di nuovi players per il comparto IAM" 2 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here