Steve McCurry Icons, una grande mostra

829

E’ bella, molto bella la mostra “Steve McCurry Icons” che si inaugura oggi (26 febbraio 2016 ndr) e visitabile fino al 25 giugno 2017 alla Mole Vanvitelliana di Ancona. Un’esposizione che “alza l’asticella” qualitativa delle opere in mostra e nel bellissimo allestimento delle stesse, non solo nelle Marche, ma anche in tutto il panorama nazionale.
“Una grande mostra di un grandissimo fotografo – ha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Ancona Paolo Mararsca – che va a inserirsi come tassello in un mosaico di attività in itinere e che andremo a sviluppare nell’immediato futuro. Con “Steve McCurry Icons” proponiamo alla città e a tutti i visitatori, un’esposizione di livello internazionale che pone Ancona come una delle città che meglio rappresenta la contemporaneità dell’arte fotografica in Italia”.

“Non mi stancherò mai di ripeterlo – ha sottolineato il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli – ma quello che era un progetto “sulla carta” sta diventando di mese in mese sempre più concreto. Con questa mostra abbiamo aggiunto un altro mattoncino alla costruzione di un edificio ideale che rappresenta la nostra nuova visione della città di Ancona. Questa bellissima mostra è la dimostrazione tangibile del grande cambiamento in atto”.

“Un’esposizione vastissima – ha detto Biba Giacchetti curatrice della mostra – che si suddivide su tre grandi aree tematiche: i ritratti, la guerra e una terza che potremmo definire più poetica. Non abbiamo voluto costruire un percorso rigido poiché riteniamo importante lasciare libertà al visitatore di vivere, in maniera personale e unica, l’incontro con Steve McCurry. L’esposizione raccoglie circa 130 scatti, un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizzano le sue immagini. A partire dai suoi viaggi in India e poi in Afghanistan, da dove veniva Sharbat Gula, la ragazza che ha fotografato nel campo profughi di Peshawar in Pakistan e che è diventata un’icona assoluta della fotografia mondiale. In un’audioguida disponibile gratuitamente per tutti i visitatori, Steve McCurry racconta in prima persona molte delle foto esposte. Inoltre, in un video proiettato in mostra, racconta la sua lunga carriera e soprattutto il suo modo di intendere la fotografia”.

Steve McCurry / Icons è, infine, il titolo di una pubblicazione curata da Biba Giacchetti, che costituisce il catalogo della mostra, in vendita all’uscita. La mostra è promossa dal Comune di Ancona ed è organizzata da Civita Mostre in collaborazione con SudEst57.

Steve McCurry
E’ uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di riferimento per un larghissimo pubblico che nelle sue fotografie riconosce un modo di guardare il nostro tempo. Alcune mostre di grande successo hanno messo in evidenza vari aspetti della sua attività, ormai quasi quarantennale. Con le sue foto Steve McCurry ci pone a contatto con le etnie più lontane e con le condizioni sociali più disparate, mettendo in evidenza una condizione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi la cui fierezza afferma la medesima dignità. Le sue opere ci consentono di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti.

INFO MOSTRA
Sede: La Mole Vanvitelliana
Orari: dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 19 – Lunedì chiuso
Biglietto:
comprensivo di autoguida per tutti i visitatori;
Intero: 10,00 €;
Ridotto 8,50 € per gruppi (min. 12 persone) e convenzioni;
Ridotto speciale 4,00 € per scuole, minori di 18 anni e disabili,
Gratuito per minori di 6 anni;
Cumulativo 13,00 € con la mostra Ecco Homo.
Mostra promossa da Comune di Ancona
Organizzata da Civita Mostre
In collaborazione con SudEst57
A cura di Biba Giacchetti
Progetto allestimento Carla Lucarelli – SH Architetti
Informazioni stevemccurryicons.it 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here