Porto di Trieste: 277.200 euro a sostegno dell’intermodalità

734

\”E\’ un obiettivo strategico della Regione trasferire il maggior numero di merci dalla strada alla ferrovia. Con il contributo regionale altre 7000 unità di trasporto saranno spostate su rotaia tra Trieste e la Germania\”. Lo annuncia l'assessore alle Infrastrutture e territorio del
Friuli Venezia Giulia, Mariagrazia Santoro, dopo l'approvazione,
da parte della giunta regionale, della delibera che assegna un
contributo di 277.200 euro alla Società Kombiverkehr, di
Francoforte sul Meno, per il servizio ferroviario intermodale
Trieste – Monaco di Baviera (andata e ritorno).

Il contributo è concesso a valere su un fondo istituito con la
legge regionale 15/2004 che prevede la concessione di aiuti alle
imprese logistiche che intendono organizzare servizi di
trasporto marittimo e ferroviario, sulle relazioni nazionali ed
internazionali che interagiscono sul territorio della Regione
Friuli Venezia Giulia e che interessano i poli logistici interni,
portuali e di confine.

"La stessa Commissione europea – precisa Santoro – ha prorogato
la validità di questo specifico aiuto di Stato, estendendolo dal
1 gennaio 2016 a tutto il 2021".

Pertanto il fondo è stato recentemente rifinanziato dalla Regione
con uno stanziamento di 500 mila euro.
Secondo Santoro "il progetto di implementazione del servizio di
trasporto ferroviario intermodale Trieste – Monaco di Baviera
contribuirà in modo significativo al trasferimento dalla strada
alla rotaia di 7.000 unità di carico in una tratta molto
sensibile dal punto di vista ambientale, che riguarda, tra
l'altro, l'area del valico alpino di Tarvisio".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here