Urbino, una giornata per il clima e l’energia

611

Lanciare ufficialmente, nelle Marche, il “Patto dei sindaci per il clima e l’energia”. È l’obiettivo del forum in programma, a Urbino, nella giornata di mercoledì 24 maggio presso l’Aula Magna dell’Università degli studi Carlo Bo evento sviluppato da Svim e Regione Marche.
“Una scelta, una via quasi obbligata quella di legare lo sviluppo economico a una politica energetica eco sostenibile che guarda con attenzione e rispetto all’ambiente” Così Gianluca Carrabs amministratore unico di Svim alla conferenza stampa tenutasi oggi a Palazzo Raffaello. “A Urbino saranno presentate molte best practices provenienti dal territorio nazionale, ma anche da altri Paesi. Saranno messe in luce le molte possibilità di questo progetto che parte dal basso, dagli enti locali, che hanno il polso della situazione e meglio di altri hanno una visione di quelle che sono le necessità dei territori. Una politica accumunante che vedrà pari opportunità all’interno del progetto per tutti i Comuni marchigiani che vorranno aderire siano questi della costa o delle aree interne”.

Il Patto è un accordo volontario, previsto dalla Commissione, allo scopo di raggiungere gli obiettivi del protocollo di Kyoto al 2020, oggi traslati al 2030 per la riduzione della CO2, per la produzione delle energie rinnovabili e per l’efficientamento energetico.

“La Regione vuole investire nel ruolo strategico degli enti locali per lo sviluppo sostenibile del territorio marchigiano, incoraggiando tutti i Comuni ad aderite al Patto. Scelta necessaria per trasformare le sfide poste dal cambiamento climatico in un’opportunità di rilancio delle proprie comunità”, ha sottolineato l’assessora all’Energia e Politiche comunitarie, Manuela Bora. “Sarei orgogliosa di poter comunicare, a Bruxelles, che le Marche intere aderiscono alla strategia”, rileva l’assessora Bora, che è anche ambasciatrice del Patto e componente del Consiglio del Patto europeo. A oggi hanno aderito al Patto una quarantina di Comuni, pari a un terzo della popolazione regionale. “Ci auguriamo che da Urbino venga la spinta e l’adesione delle comunità locali per centrare questo importante obiettivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here