Pieroni: le Marche investono molto nella cultura

589

\”Fabbri mente sapendo di mentire. Già lo scorso anno la regione Marche in proporzione al bilancio è stata la regione che ha investito di più in cultura. Inoltre oggi la regione non sta utilizzando esclusivamente fondi regionali ordinari, che per giunta verranno implementati con l\’assestamento, ma ha messo a disposizione diversi milioni di risorse dei fondi europei che ci permette di essere la prima, rispetto alla popolazione, in Italia a creare occupazione con la cultura\”. Lo spiega l\’assessore regionale alla cultura Moreno Pieroni. "I fondi di cui parla il consigliere Fabbri (1,5 milioni per il 2017 e 2 milioni per il 2018) – spiega Pieroni – sono da intendersi tutti riferiti all'esercizio 2017 e sono allocati in parte sull'esercizio 2018 solo per questioni di esigibilità tecnica. L'atto presentato ieri in commissione è un documento programmatico, che definisce i programmi e le misure attuative che sono state finanziate in parte con il bilancio di previsione e lo saranno per la parte restante con l'assestamento di bilancio. Queste risorse vanno intese in ottica complementare sia con altre risorse regionali connesse all'attuazione di altre previsioni normative (quali il cinema, ecc…), sia con le risorse statali e comunitarie che in questo dato momento sono per tutte le regioni il fondamento delle loro azioni. In quest'ottica sono da considerare circa 20 milioni di risorse FESR di riprogrammazione in conseguenza al sisma oltre ai 16 milioni che finanziano misure già avviate. A queste si aggiungono i 6 milioni del Fondo Unico per lo Spettacolo e un ulteriore 1,6 milioni stanziati per le attività di spettacolo finanziate con il decreto Milleproroghe destinate alla rivitalizzazione delle zone colpite dal sisma. Per non parlare poi anche dei fondi per il recupero e la riqualificazione dei beni culturali per 7 milioni e duecento mila euro e i fondi Iti per le città di circa 15 milioni. Non mi sembra che i 5 Stelle abbiano presentato un progetto o una proposta costruttiva sulla cultura. Questa giunta continuerà a investire nella cultura e nel sistema culturale sia pubblico che privato collegandola sempre alla valorizzazione e alla promozione dei nostri territori".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here