Cresce il mercato europeo dell’auto

884

Secondo i dati diffusi oggi da ACEA, nel complesso dei Paesi dell’Unione europea allargata e dell’EFTA a luglio le immatricolazioni di auto ammontano a 1.193.554 unità, con un incremento del 2,6% rispetto a luglio 2016. Anche agosto conferma il trend positivo del mercato con 903.143 immatricolazioni complessive, il 5,5% in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Nel periodo gennaio-agosto 2017, i volumi immatricolati raggiungono 10.559.543 unità,
con una variazione positiva del 4,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
“Sia a luglio che ad agosto, il mercato mantiene una buona performance, grazie
ad un andamento positivo in tutti i maggiori Paesi eccetto il Regno Unito, che presenta
una contrazione del 9,3% a luglio e del 6,4% ad agosto – commenta Aurelio Nervo,
Presidente di ANFIA. A luglio, sono Francia e Italia a riportare gli incrementi maggiori
(+10,9% e +6,2% rispettivamente), seguite da Spagna (+2,5%) e Germania (+1,5%). Ad
agosto, registrano un rialzo a doppia cifra l’Italia (+15,8%), che in termini di volumi
registra il miglior risultato dal 2009, e la Spagna (+13%), mentre Francia e Germania
crescono del 9,4% e del 3,5% rispettivamente.
Agosto 2017 – prosegue Nervo – ha superato, per l’Europa nel suo complesso, i volumi
raggiunti nello stesso mese del 2008, facendo registrare il miglior risultato dell’ultimo
decennio.
Segnaliamo, infine, la buona performance dei Paesi nuovi membri UE che, con
immatricolazioni in crescita del 14,3% nel cumulato da inizio 2017, danno un contributo
significativo alla crescita del mercato nel suo complesso”.
In Italia, le immatricolazioni totalizzate a luglio si attestano a 145.770 unità
(+6,2%), mentre ad agosto i volumi scendono a 83.363 unità (+15,8%). Nei primi otto
mesi del 2017, le immatricolazioni complessive ammontano a 1.366.389, con un
incremento del 9,1% rispetto ai volumi dello stesso periodo del 2016.
Secondo i dati ISTAT, ad agosto l’indice nazionale dei prezzi al consumo aumenta dello
0,3% su base mensile e dell’1,2% rispetto ad agosto 2016 (era +1,1% a luglio).
La lieve ripresa dell’inflazione è principalmente dovuta al comparto dei Beni energetici
non regolamentati – tra cui i carburanti – che continua la sua crescita, portandosi a
+4,3% (+2,1% a luglio).
Nel mese, si rilevano rialzi per i prezzi del Gasolio e della Benzina, in aumento
rispettivamente dello 0,9% e dello 0,7%, con una significativa accelerazione in termini
tendenziali (da +1,9% a +4,8% il primo e da +1,8% a +4,6% la seconda), anche a causa del
confronto con agosto 2016, quando i prezzi registrarono una diminuzione congiunturale,
rispettivamente i primi dell’1,8% e i secondi del 2%.
Le marche italiane hanno registrato, in Europa, 79.252 immatricolazioni nel mese di
luglio (+1,4%), mentre ad agosto le unità registrate ammontano a 52.662 (+9,8%).
Andamento positivo, ad agosto, per i brand Fiat (+10,2%), Alfa Romeo (+41,3%) e
Lancia/Chrysler (+11,3%).
Nel primi otto mesi del 2017, i volumi totalizzati ammontano a 741.319 unità, con un
rialzo del 9,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La quota di mercato
passa dal 6,7% dello scorso anno al 7%. Nel periodo gennaio-agosto 2017 mantengono un
andamento positivo sia il marchio Fiat (+9,7%) che il marchio Alfa Romeo (+39,4%).
La Spagna totalizza 109.948 immatricolazioni a luglio (+2,5%) e 72.410 (+13%)
unità ad agosto.Nei primi 8 mesi del 2017, i volumi complessivi si attestano a 849.851
(+6,9%), sfiorando così la soglia delle 850.000 immatricolazioni.
L’Associazione spagnola dell’automotive ANFAC fa notare che i volumi immaticolati nel
cumulato da inizio anno sono inferiori del 24% rispetto a quelli dello stesso periodo del
2007.
Tutti i canali di vendita presentano performance positive sia ad agosto che nel cumulato
da inizio 2017, ma il canale dei privati è quello che riporta la crescita più contenuta: tre
mesi su otto, nel 2017 sono risultati in calo.
Il comparto delle vetture aziendali segna un incremento del 19,2% nel mese di agosto e
del 14,5% nel cumulato. Le vendite ai privati riportano un aumento dell’8,5% ad agosto,
mentre nel periodo gennaio-agosto la crescita si attesta al 2,1%. Il comparto del
noleggio, infine, registra un rialzo a doppia cifra, del 41%, ad agosto, per via dei bassi
volumi relativi di questo segmento di mercato nei mesi estivi, mentre cresce del 9,2% nei
primi 8 mesi dell’anno.
Secondo l’alimentazione, nei primi otto mesi dell’anno, le vetture diesel rappresentano il
49,4% del mercato spagnolo, quelle a benzina il 45,8% e le ibride ed elettriche sono il
4,7%. Da inizio anno sono stati venduti in Spagna 36.442 veicoli ibridi (+89,2%) e 4.384
veicoli elettrici (+49%).
In Francia, a luglio, si registrano 147.518 nuove immatricolazioni, con un
incremento del 10,9% rispetto a luglio 2016, che contava gli stessi giorni lavorativi (20).
Ad agosto, il mercato totalizza 107.449 unità, in rialzo del 9,4% rispetto ad agosto 2016,
che contava gli stessi giorni lavorativi (22).
Il cumulato dei primi otto mesi del 2017 è di 1.390.234 unità, il 4,2% in più rispetto al
periodo gennaio-agosto 2016, percentuale che sale a +4,9% a parità di giorni lavorativi
(167 giorni nel progressivo 2017 contro 168 nel progressivo 2016).
Il mercato dell’usato, secondo le stime di CCFA, registra 440.967 unità ad agosto, il 3,1%
in più rispetto allo stesso mese del 2016. Nel periodo gennaio-agosto 2017, i volumi
complessivi si attestano a 3.864.032 unità, con un incremento del2,8% rispetto allo stesso
periodo dell’anno precedente.
Secondo l’alimentazione, nei primi 8 mesi del 2017 il mercato, in percentuale, risulta
così ripartito: diesel a 47,8% di quota, con un calo dei volumi del 5,5%; benzina a 47,3%
di share (13,7 punti in più rispetto a gennaio-agosto 2016); alimentazioni alternative a
4,9% di quota. Con 50.614 nuove immatricolazioni, le auto ibride registrano un
incremento del 39,1%, mentre le auto elettriche, con 16.331 unità, aumentano del 14%.
Nel mercato tedesco sono state immatricolate a luglio 283.080 unità (+1,5%),
mentre ad agosto si registrano 253.679 unità (+3,5%). Nei primi otto mesi dell’anno, il
mercato totalizza 2.323.785 unità (+2,9%).
L’Associazione tedesca dell’industria automotive VDA rileva un incremento degli ordini
domestici dell’1% ad agosto, mentre nel progressivo da inizio 2017 gli ordini si attestano
sui livelli di un anno fa. attribuisce l’elevata performance del mercato di agosto ai due
giorni lavorativi in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Lo stesso
ragionamento vale per la crescita degli ordini domestici nel mese (+6%), ordini che
replicano gli stessi livelli del 2015 per quanto riguarda il progressivo da inizio anno. VDA
fa notare, inoltre, che il mercato tedesco sta dando segni di dinamicità grazie al positivo
clima economico generale e agli altrettanto positivi dati relativi all’occupazione.
Le vendite ai privati sono salite al 35% del mercato da inizio anno, grazie ad un
incremento del 6% nel mese di agosto. Nel cumulato 2017, le vendite di auto a benzina
detengono una quota del 56% e le auto diesel del 41% (contro il 46,7% di un anno fa). Le
auto ibride – incluse le plug-in (17.298 unità) – con 51.830 immatricolazioni,
rappresentano il 2,2% del mercato, mentre le auto elettriche superano le 14.000
immatricolazioni nei primi 8 mesi dell’anno. Le emissioni medie di CO2 delle nuove auto
immatricolate risultano di 128,2 g/km ad agosto e di 128,0 g/km nella media dei primi 8
mesi del 2017.
Il mercato inglese, infine, a luglio totalizza 161.997 autovetture (-9,3%), mentre
ad agosto, le unità immatricolate si attestano a 76.433 unità (-6,4%). Agosto 2017 è il
quinto mese consecutivo in calo e si confronta con un agosto 2016 da record. Nei primi
otto mesi dell’anno i volumi complessivi raggiungono 1.640.241 unità, con un decremento
del 2,4% rispetto allo stesso periodo del 2016, comunque in linea con le previsioni dell’
Associazione inglese dell’industria automotive SMMT.
Quest’ultima ricorda che agosto è un mese debole per il mercato auto, visto che gli
acquisti vengono in genere rimandati a settembre, mese in cui è previsto il cambio delle
targhe. Per questo motivo, unitamente alla disponibilità di molti nuovi modelli di auto in
vendita, l’Associazione prevede un buon risultato per il mese di settembre.
Nel mese, si rileva una notevole crescita delle immatricolazioni di vetture ad
alimentazione alternativa (+58,3%), che raggiungono una quota di mercato record del
5,2% (il record precedente era il 3,1% raggiunto ad agosto 2016). Le vendite di auto a
benzina crescono del 3,8%, mentre il diesel cala del 21,3%.
Nei primi otto mesi del 2017, le vendite ai privati si attestano al 43,8% di quota (-5,3% il
decremento dei volumi da inizio anno). Nello stesso periodo, le auto benzina conquistano
il 52% del venduto e le auto diesel il 43%. Le auto ad alimentazione alternativa, con un
incremento tendenziale del 32,7%, raggiungono il 4,4% di quota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here