“Master of wine” successo per l’evento di Umani Ronchi

889

Si respira un’aria internazionale alla Cantina Umani Ronchi di Osimo dove, si è tenuta dal 2 al 5 Marzo, per 15 esperti enologi provenienti da sei regioni italiane ma anche da
Giappone, Russia e Albania, una full immersion di tre giorni nel mondo del vino.

Per tutti l’obiettivo finale è quello di “laurearsi” Master of Wine, il titolo più ambito per chi
lavora nel settore vitivinicolo, rilasciato dall’omonimo istituto londinese.
La sessione formativa, ospitata dall’azienda vinicola di proprietà della famiglia Bianchi –
Bernetti, che ha fatto conoscere nel mondo le Marche e le sue etichette e che annovera tra
le sue eccellenze anche il Montepulciano d’Abruzzo, rappresenta solo il primo step di un
lungo percorso per entrare nell’esclusivo club dei guru mondiali del vino.
“ E’ stato per noi motivo di grande soddisfazione – afferma Michele Bernetti, amministratore delegato di Umani Ronchi – ospitare questa master class dedicata ai professionisti che vogliono accedere al più completo e rigoroso programma di formazione enologica internazionale.L’Italia del vino non ha rivali nel mondo, eppure non abbiamo ancora un nostro Master of Wine. Il mio auspicio è che da questa edizione, importante opportunità per l’azienda e per il nostro territorio, esca il primo ambasciatore tricolore”.

Quella appena pasata è stata l’edizione numero sette della master class italiana, organizzata in partnership con l’Istituto Grandi Marchi e finalizzata ad accedere al selettivo corso di studi dell’accademia londinese, che conta 368 membri, ma che ancora non ha trovato un rappresentante nel Belpaese. Una tre giorni, articolata in degustazioni tecniche e ore di teoria, rigorosamente in lingua inglese, che ha visto salire in cattedra, tra gli altri, i selezionati masters of wine Jane Hunt, e Mai Tjemsland.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here