La portualità turistica

1346

Luciano Serra “La portualità turistica, quale porta del territorio, è una delle tessere del
mosaico turismo, punto di forza del Paese, che contribuisce a far conoscere e a valorizzare
i nostri territori, il mare, la storia”.
Il 18 maggio scorso presso il “Porto della Maremma”, si è tenuta l’Assemblea annuale di Assonat
– Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici di Confcommercio–Confturismo, che ha
affrontato tra i diversi temi anche quelli legati al nuovo Codice della Nautica.
In particolare sono stati approfonditi gli argomenti tecnici relativi all’ormeggio delle unità da
diporto, ex art. 49-nonies, dal Com.te C.C. (CP) Leonello Salvatori dell’Ufficio Legislativo del Mit –
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Altro tema di rilievo la sostenibilità ambientale che con il recente riconoscimento del prestigioso
vessillo Bandiera Blu ottenuto da 70 realtà nautiche, testimonia la ricerca continua nel
miglioramento della qualità e dei servizi al diportismo da parte dei marina in progetti ecosostenibili.
Infine è stata affrontata la problematica sulla determinazione dei canoni demaniali oggetto della
pronuncia di alcuni Tar e del Consiglio di Stato successive alla sentenza della Corte
Costituzionale n. 29 del 2017.
“Le importanti ricadute in termini di turismo nautico generate dai nostri marina sono opportunità
rilevanti a livello occupazionale ed economico per un territorio – conclude Serra – che oltre a
presentarne le unicità, mette in campo anche iniziative volte ad aggregare le molteplici attività
connesse alla portualità turistica e a valorizzare l’attività delle strutture nautiche dalla qualità dei
servizi alla sicurezza alla professionalità e al rispetto dell’ambiente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here