Treni storici, successo per il viaggio tra laguna e mare

864

Posti esauriti e altissimo gradimento da parte
dei viaggiatori per il treno storico “tra laguna e mare” che si è
svolto domenica con partenza da Portogruaro per condurre i
viaggiatori a Marano Lagunare, con una visita al centro storico
della cittadina e alla Riserva Naturale Valle Canal Novo e,
successivamente, verso Trieste al parco e al castello di Miramare
e al colle di San Giusto.

“L’impegno economico e organizzativo della Regione e del
territorio ha consentito anche in questa occasione di valorizzare
i tanti patrimoni storici, paesaggistici, ambientali
enogastronomici del Friuli Venezia Giulia” ha detto l’assessore
regionale alle Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti,
che assieme al sindaco di Marano Lagunare, Mauro Popesso, e ad
altri amministratori comunali ha accolto i passeggeri all’arrivo
in città.

“La presenza di 250 persone a bordo, in prevalenza famiglie con
bambini, giovani e comitive che hanno apprezzato il percorso di
visita proposto, conferma che il treno storico costituisce un
sistema di mobilità privilegiato per apprezzare al meglio quanto
di bello la regione può offrire” ha commentato ancora Pizzimenti.

Il treno “Tra laguna e mare” è una delle dieci nuove proposte
contenute nel programma 2019 realizzato sulla base di una
convenzione sottoscritta dalla Regione Friuli Venezia Giulia con
Fondazione FS, che comprende 26 treni con materiale storico.
Sono 11 gli itinerari ferroviari realizzati finora, di cui più
della metà ha fatto registrare il tutto esaurito.
Per Pizzimenti “il successo di questa iniziativa poggia sulla
collaborazione tra i vari soggetti che partecipano alle diverse
proposte, che hanno contribuito ad arricchire il programma 2019.
Una sinergia che ci consente di pensare già al programma 2020 con
ulteriori novità”.

Anche il sindaco di Marano Lagunare si è detto soddisfatto per il
risultato ottenuto, augurandosi che vi siano altre occasioni per
visitare la cittadina lagunare e le sue diverse attrazioni
turistiche. Lo stesso Pizzimenti ha espresso l’auspicio di
avviare un percorso di valorizzazione che integri il trasporto
pubblico locale con l’offerta turistica del territorio in tutto
l’arco dell’anno.

Dopo la visita a Marano, realizzata con il supporto delle
associazioni Archeotipi per la parte storica e Natura 3 per la
riserva naturale, il viaggio è proseguito fino alla stazione
storica di Miramare. Da qui i visitatori hanno svolto una visita
realizzata in collaborazione con il Museo Storico e il Parco del
Castello di Miramare. Il convoglio è poi proseguito per Trieste
dove, in collaborazione con il Comune, si è svolta la visita al
colle di San Giusto, alla cattedrale e al castello.

Le navette di trasferimento sono state realizzate dalle società
di trasporto pubblico Saf e Trieste Trasporti, mentre a bordo
treno l’associazione Museo Stazione Trieste Campo Marzio ha
fornito informazioni e approfondimenti di storia, tecnica e
cultura ferroviaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here