Ancona, ecco la fase 2 per parchi, spiagge e cimiteri

1093

Il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli ha firmato questa mattina due ordinanze che disciplinano l’accesso ai parchi e spiagge, oltre che ai cimiteri comunali.

PARCHI

Fino al 6 maggio 2020 è vietato completamente l’accesso a parchi e ed aree verdi pubbliche; dal 7 maggio e fino a nuova e diversa disposizione  è consentito l’accesso ai parchi ed aree verdi pubbliche presenti nel territorio comunale, dalle ore 7,30 alle ore 20,30 con conseguente divieto di accesso nelle ore notturne comprese tra le ore 20,30 e le ore 7,30 del giorno successivo; l’accesso è condizionato al rigoroso rispetto delle seguenti prescrizioni finalizzate al contenimento della

diffusione del contagio da COVID19. Quindi, è fatto divieto di ogni forma di assembramento e affollamento di persone; è obbligatorio mantenere distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. E’ inoltre, vietato l’utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini laddove presenti nei parchi, aree verdi ed in aree pubbliche ove siano presenti attrezzature per il gioco

dei bambini. E’ consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività. Restano comunque vietati i giochi o sport collettivi o di squadra.

SPIAGGE

fino al 17 maggio 2020 l’accesso alle spiagge è vietato integralmente;

dal 18 maggio 2020 e fino a nuova e diversa disposizione del Sindaco è consentito l’accesso alle spiagge presenti nel territorio comunale, condizionato al rigoroso rispetto delle prescrizioni:

accesso alle spiagge  vietato nei giorni prefestivi e festivi;

è divieto di ogni forma di assembramento e affollamento di persone;

è d’obbligo di mantenere distanza di sicurezza interpersonale

vietato l’utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini dove presenti nelle spiagge;

è consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività; sono comunque vietati i giochi o sport collettivi e/o di squadra;

i gestori degli stabilimenti balneari possono sempre accedere nelle loro concessioni per i lavori di manutenzione, come consentito dalle disposizioni Statali e Regionali.

 

Accessi alle spiagge, dal 18 maggio con riferimento alle spiagge del litorale Torrette – Palombina, è vietato l’impiego dei seguenti accessi:

– sottopasso ferroviario con accesso da via Flaminia presso piazzale Romita,

– sottopasso ferroviario con accesso da via Flaminia davanti al civico 386 (ufficio Poste),

– sottopasso ferroviario con accesso da via Flaminia davanti al civico 393,

– sottopasso ferroviario con accesso da via Flaminia davanti al civico 399,

ciò poiché in tali sottopassi non risulta possibile rispettare le distanze di sicurezza interpersonali.

CIMITERI

L’ordinanza odierna prevede l’apertura al pubblico dal 4 maggio 2020   negli orari consueti, dei tredici cimiteri comunali TAVERNELLE – PINOCCHIO – CANDIA –  SAPPANICO – GALLIGNANO – MONTESICURO- PATERNO – POSATORA – PIETRALACROCE – MONTACUTO – VARANO – POGGIO – MASSIGNANO.

In tutti i Cimiteri deve essere rispettato l’obbligo della distanza

minima di un metro; tutti coloro che accedono a qualsiasi titolo nei Cimiteri comunali avranno l’obbligo di indossare mascherine di tipo chirurgico o similari e guanti monouso;

per ogni feretro è consentita la permanenza nella sala del commiato e nella camera mortuaria al massimo di quattro persone alla volta, compresi gli esecutori testamentari ai sensi dell’art.703 del Codice Civile, purché sia possibile rispettare la distanza minima di un metro tra i presenti;

sono consentite cerimonie funebri e commemorative all’interno delle aree cimiteriali, preferibilmente all’aperto, con la presenza di massimo 15 persone, purché sia possibile rispettare la distanza minima di un metro tra i presenti;

le operazioni di tumulazione o inumazione dovranno avvenire alla presenza di un massimo di quattro tra familiari, parenti e congiunti, degli eventuali esecutori testamentari, purché sia possibile rispettare tra di essi la distanza minima di un metro, e degli operatori delle imprese di onoranze funebri quest’ultimi dotati di protezioni e degli operatori cimiteriali anch’essi dotati di adeguati disposiitivi di protezione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here