La pandemia non ferma il Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio

202

La pandemia da Covid-19 non ferma il Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio (FAIC) che ha visto riuniti nei giorni scorsi i Paesi membri in occasione della XX Assemblea Generale, per la prima volta necessariamente in modalità online.

Ida Simonella

Durante l’Assemblea – guidata dal Segretario generale Ida Simonella, assessore del Comune di Ancona, è stato sottolineato quanto il Forum- (che nasce nel capoluogo marchigiano su iniziativa del Comune di Ancona e dell’ANCI Nazionale nel 1999) rappresenti oggi uno strumento di cooperazione politica, culturale, economica e sociale tra le municipalità e i relativi territori e comunità, ampiamente in linea con la Strategia dell’Unione Europea per la Regione Adriatica e Ionica (EUSAIR).    Il FAIC è difatti riconosciuto ufficialmente come un attore chiave dell’implementazione di EUSAIR che sostiene attraverso tutte le proprie attività, collaborando attivamente con la Commissione europea e le altre istituzioni competenti.   Nel corso dell’assemblea sono stati delineati  gli obiettivi del FAIC per il prossimo biennio:  allargare la rete delle città FAIC favorendo l’adesione di città sia costiere sia  quelle dell’entroterra dell’intera Regione Adriatico Ionica, facenti parte dell’EUSAIR; rafforzare in tutte le città gli elementi di riconoscibilità delle azioni del FAIC  (attivando iniziative specifiche, patrocinando eventi coerenti con le finalità del Forum); attivare iniziative specifiche nell’ambito del target Giovani e Sport nel quale si è indirizzata l’attività degli ultimi anni (YOUTH GAMES, ANIMUS);  rafforzare ulteriormente cooperazione con i soggetti attuatori chiave della Strategia EUSAIR ; posizionare il FAIC, insieme agli altri FORA (Forum AIC e UniAdrion), come attori chiave per l’identificazione delle priorità nell’ambito dei programmi di cooperazione territoriale europei, nella prossima programmazione  comunitaria 2021- 2027.

Nella parte conclusiva dell’assemblea sono stati eletti anche i nuovi organi istituzionali dell’Associazione: la Città di Igoumenitsa (Grecia), rappresentata dal Sindaco Ioannis Lolos, è stata eletta Presidente per il biennio 2020-2022, mentre la Città di Fano (Italia), rappresentata dal Sindaco Massimo Seri, ha acquisito la carica di Vicepresidente.   Eletto il nuovo consiglio direttivo composto   da Presidente, Vice Presidente e dalle 13 città: Durazzo (Albania), Mostar (Bosnia Erzegovina), Dubrovnik, Ploce, Split e Zadar (Croazia), Ancona, Vasto e Pescara (Italia), Bar, Budva e Kotor (Montenegro), Koper (Slovenia).

L’associazione è cresciuta nel tempo in quantità e qualità–  sottolinea con soddisfazione Ida Simonella-   Segretario generale del FAIC.  Il legame con gli altri Fora della società civile ne ha rafforzato il ruolo e oggi insieme siamo riconosciuti come attori chiave nella strategia Eusair. In questa direzione lavoreranno anche gli organi rinnovati, in particolare le città neo presidente (Igoumenitsa) e vicepresidente (Fano).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here